domenica 27 novembre 2011

Quanto é buona la torta di mele....

Come posso non amare le torte di mele se, da sempre, sono le torte preferite di un tenero uomo che, al gustarle, abbassa piano  le palpebre fino a quando le lunghe ciglia creano un dolce alone d'incanto sul viso?

Non posso non amarle. E, quando capita che cominci a sbucciarle lenta e ad affettarle con calma.....
" Si possono mangiare queste mele? Oppure servono a....."

" Servono a...."Ma ogni quarto di mela sbucciata gliene allungo una fetta e mi pare di vederlo bambino, all'ora della merenda dell'asilo.

Ieri è stata una giornata da torta di mele.E, per l'occasione, ho ripreso dai mie tesori custoditi gelosamente questa ricetta di Marina Braito.
Di cui, posso dire con orgoglio, di essere stata umile assistente, una volta, nella preparazione di straordinari Canederli e galattici Spatzle..

Questa è una gran torta di mele. Speciale torta di mele. Tanto fondant da essere quasi un dolce al cucchiaio.E come potevo non preparare una salsa inglese alla cannella ....Santin ovviamente.....con un nulla di panna fresca che....

Gran torta di mele, Mme Braito.....

Torta di mele sbriciolata
( ricetta di Marina Braito)



200 gr farina ( 300g)
150 gr zucchero (225g)
100 gr burro (150 g)
1 cucchiaino lievito in polvere (1e 1/2 cucchiaino)
2 uova intere ( 3)
200 gr. panna liquida (300 g)
1 yogurt bianco ( 1e 1/2)
100 gr zucchero di canna (150g)

3 grosse mele golden

Nota: Le dosi  trascritte sono per uno stampo da 24 cm. Quelle indicate  tra parentesi sono per uno stampo da 26 cm.



Setacciare la farina con il lievito. Aggiungere il burro tagliato in dadi, quindi lo zucchero ed impastare fino ad ottenere un briciolame non omogeneo. Imburrare ed infarinare uno stampo a cerniera di 24 cm (26 cm) di diametro. Versare una parte dell'impasto, circa la metà, sul fondo dello stampo in modo da creare uno strato uniforme. Intanto, sbucciare ed affettare le mele. Affettarle in modo da ottenere delle fette abbastanza sottili, di pochi mm di spessore, e adagiarle sul fondo creando uno strato omogeneo di frutta. Ricoprire con metà del briciolame restante. Infornare a 180°C per circa 20 minuti.
Montare le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere la panna e lo yogurt. Trascorsi i 20 minuti, versare la crema sulla torta ed infornare di nuovo per circa 40-50 minuti. Il tempo è solamente indicativo. La torta sarà cotta quando è abbastanza resistente al tatto. Da notare che essendo una torta molto umida, la prova stecco per verificare la cottura non darà un risultato come di norma con altre torte.
Durante la cottura del dolce, versare l'ultima parte di briciolame rimasto sul fondo di una teglia da biscotti e far cuocere fino a completa doratura, sgranando ogni tanto la frolla con l'aiuto di una forchetta.

Far raffreddare la torta per almeno 3-4 ore prima di estrarla dalla tortiera e con grande delicatezza. Rivestire la superficie con i granelli di crumble e spolverare con abbondante zucchero al velo.



E per la salsa inglese.....Tirate fuori il libro di Maurizio Santin e fate 1/2 dose di crema inglese. Ma...fatela maturare in frigo per circa un giorno. poi, semimontate ugual peso di panna fresca e unitela alla crema. Diventerà una salsa densa, lenta, corposa. Ah...mi raccomando! Profumate la crema con un pezzo di cannella, buona cannella.....Dopo, riempiteci un bricco e .....Il Paradiso non può attendere......






48 commenti:

  1. Il Paradiso non puo' attendere, ma soprattutto e' bello sapere di poterlo raggiungere...;-)
    Grazie, Pinella, come sempre.

    RispondiElimina
  2. Sono un'amante delle torte di mele, questa è golosissima e finisce dritta dritta nella mia to do list

    RispondiElimina
  3. spettacolare!complimenti!!!ciao!

    RispondiElimina
  4. Tesoro la sbriciolata di mele di Marina B. è uno sballo per gli amanti del genere mela/frolloso, raccontata così poi è invitante da matti, come tutto ciò che posti tu!

    RispondiElimina
  5. Il paradiso non puoi mai attendere, con te...
    Un abbraccio grande, amica mia, mi manchi.

    RispondiElimina
  6. Eggia' la torta di mele e' sempre un successo ed e' sempre gradita!!!! questi uomini saranno sempre un po' bambini quando si tratta di piatti tradizionali ehehehe ;-))

    RispondiElimina
  7. La dolce Marina dagli occhi verde come le sue splendide montagne è sempre una garanzia, come del resto lo sei tu con le tue preparazioni.
    Complimenti.
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  8. Maestra, tu sai rendere tutto fantastico, anche questa torta che io non amo particolarmente....
    magari però fossi stata lì, con te, a passare le fette sottili a un bambino grande, e a versare la crema a una amica speciale....

    Ti dico però che dopo aver visto queste meravigliose foto, ho deciso che riprovo a farla, vediamo se stavolta mi accontenta....


    un bacio

    Giuliana

    RispondiElimina
  9. Il tuo blog è bello da guardare ma soprattutto da leggere, dei tuoi dolci e dei momenti di vita.
    Presa una ricetta dei macarons..
    Grazie!

    RispondiElimina
  10. Anche io sono un'amante delle torte di mele che si sciolgono come una crema.. questa consistenza morbida alternata a quella croccante delle briciole deve dare un effetto gradevolissimo.. sicuramente da provare..

    RispondiElimina
  11. Buongiorno ! Ne prendo volentieri una fetta per iniziare al meglio una nuova settimana lavorativa....
    Un bacio e passa a trovarmi....
    Kiss

    RispondiElimina
  12. Si, devo dire che me la ricordavo esattamente cosi. Morbida, dal sapore deciso di mele e l'idea di aggiungere il crumble croccante è stata vincente!

    RispondiElimina
  13. Bella davvero
    da provare grazie ciao

    RispondiElimina
  14. Questa versione me la segno, è golosissima!

    RispondiElimina
  15. Una versione decisamente diversa assolutamenete da provare!!!

    RispondiElimina
  16. Questa ricetta di Marina è fantastica, l'ho fatta più volte, però mi mancava l'ultimo passaggio del crumble di rifinitura. Grazie, Pinella

    RispondiElimina
  17. Una gran torta es mi preferida luce espectacular,grandes abrazos.

    RispondiElimina
  18. Scrivo qui per Rosa....
    Ho scritto nella ricetta, mia cherie:

    Far raffreddare la torta per almeno 3-4 ore prima di estrarla dalla tortiera e con grande delicatezza. Rivestire la superficie con i granelli di crumble e spolverare con abbondante zucchero al velo.


    Devi cioè rivestire la torta con il briciolame già cotto dopo che la torta si è raffreddata.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  19. Salve Pinella, ti ho conosciuto in tv e ora ti seguo con grande piacere sul blog, ho provato a fare questa torta ma ho sbagliato qualcosa: la parte inferiore è rimasta molto bassa e burrosa (tipo cheesecake)e la crema completamente separata dal resto! riesci a capire dove ho sbagliato? grazie di cuore

    RispondiElimina
  20. No Patti. Sai che mi viene difficile capirlo? Se hai seguito bene la ricetta, il fondo deve rimanere come un disco di frolla, unito non sbriciolato. E la crema si deve solidificare e unirsi alle mele. Hai visto come cuocendo le mele fanno uno strato nel dolce? Si vede dalla foto. Hai fatto cuocere bene il dolce?

    RispondiElimina
  21. In effetti anche a me era venuto il dubbio che la colpa fosse della cottura insufficiente, riproverò senz'altro a farla, ti ringrazio tanto per l'attenzione, ciao!

    RispondiElimina
  22. Che meraviglia....le mele mi ricordano che sono altoatesina di nascita e di residenza, ma le tue fantastiche ricette mi riportano alle mie origini: su un'isola splendida e misteriosa, che profuma di macchia mediterranea......

    RispondiElimina
  23. ho fatto questa torta per la sera di s' silvestro e ho fatto un figurone era davvero buonissima complimenti :)

    RispondiElimina
  24. Ciao Pinella, vorrei tanto fare questa torta (come anche altre tue)ma non capisco se la panna va aggiunta con un mestolo o se si può continuare ad usare il frullatore. Cosa intendi per teglia di biscotti? Devo mettere il briciolame su una teglia da crostata e aprire il forno mentre cuoce il dolce? Grazie!!

    RispondiElimina
  25. Ciao Pinella! Scusa,ma cosa intendi per teglia per biscotti? Metto il briciolame in una tortiera da crostata e la metto nel forno mentre cuoce il dolce? Quando aggiungo la panna nell'impasto, la mescolo con un mestolo di legno oppure continuo con il frullatore? Grazie, Elisabetta

    RispondiElimina
  26. Va bene affettare le mele con la lama in modo da ottenere delle fette sottili? L'ho visto in una ricetta francese di mele fondente.. Grazie ancora

    RispondiElimina
  27. Ciao Pinella, ancora un'ultima cosa: ho letto che l'originale prevede l'ultima parte di briciolame sopra le fette di mele: qual'è la versione migliore? Grazie..Elisabetta

    RispondiElimina
  28. Eccomi! La panna e lo yogurt li puoi aggiungere al composto montato a bassa velocità. Oppure con una spatola senza essere troppo " impetuosa"! Ma non è assolutamente necessaria la delicatezza degli impasti montati.

    La teglia per cuocete il crumble è quella bassa e rettangolare che io uso per i biscotti in modo da creare un solo strato. Se riesci con un'altra teglia a fare questo, bene uguale.

    Quasi a fine cottura del dolce io apro il forno e inserisco il briciolame da cuocere.

    La versione con il crumble sbriciolato cotto sopra la torta cotta è una mia aggiunta. L'originale non lo prevede. Da al dolce una croccantezza in piu' che io preferisco.

    RispondiElimina
  29. Grazie! Sei stata chiarissima e veloce! Ti saprò dire quando faccio il dolce!

    RispondiElimina
  30. Salve Pinella!Vorrei provare a fare questa meravigliosa torta...dici che va bene se la preparo domani per consumarla domenica così avra' tutto il tempo di raffreddare...non sono riuscita a capire dove trovare la ricetta della crema inglese...sul tuo blog ne ho trovata una con la panna mentre su internet ne ho trovato una versione sempre di santin ma con il latte...potresti darmi le dosi che hai utilizzato tu?
    P.s. ho fatto i frollini montati viennesi del post piove, piove...sono fantastici poi pero' ho visto la Pate sablée pochée
    del post due biscotti come auguri...mi sembrano molto simili ma la ricetta è diversa...tu quali mi consigli?Grazie

    RispondiElimina
  31. Sono in ritardo, scusami!! La torta va benissimo, un giorno per l'altro. Come crema inglese ho fatto quella di Santin, del suo ultimo libro. Ho messo solo panna, mi pare, perchè la volevo molto densa.
    Io adoro TUTTE le ricette di frolla montata che ho sul blog.Scegline una e caschi comunque benissimo!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  32. Grazie mille!La sto facendo in questo momento...riguardo la crema inglese purtroppo non ho ancora il libro del "magico"...ho cercato su internet ma ne ho trovato una con 250 gr di latte, 4 tuorli e 100 gr con vaniglia...non so se sia esatta pero'...grazie ancora!

    RispondiElimina
  33. L'ho fatta e ha fatto sopra una meravigliosa crosticina caramellata...aspettero domani per sformarla e ricoprirla con il crumble..l'unica cosa è che si è un po' abbassata al centro mentre i lati sono piu' alti...non so se sia normale...spero che sformandola si aggiusti...cmq grazie ancora!

    RispondiElimina
  34. Ciao Pinell! scusa, poichè il crumble va in forno già quasi a fine cottura del dolce, poi va messo sulla torta calda o quando si è raffredata? grazie,Elisabetta

    RispondiElimina
  35. Il burro va freddi nell'impasto? grazie ancora..p.s.:favolosi il Delirio morbido al cioccolato!

    RispondiElimina
  36. Il burro nella frolla va appena ammorbidito...grazie!!

    RispondiElimina
  37. Una parte del crumble va in cottura da crudo. La seconda parte va a decorazione da cotto.

    RispondiElimina
  38. Ciao Pinella!
    Ho provato a fare questa torta: Ho toccato il cielo con un dito! E' super buona!!!
    Ma la crema inglese non mi è venuta :( ho sicuramente sbagliato la temperatura... senza termometro non sono riuscita a regolarne la cottura... sob.
    ma grazie per la ricetta, tutto sommato è semplice anche per una inesperta come me.
    :)

    RispondiElimina
  39. Regalati assolutamente un termometro digitale al piu' presto! non te ne pentirai....

    RispondiElimina
  40. acquolina in bocca...come sempre...ma questa volta, per me, ancora di più: adoro il profumo che invade la casa mentre il forno cuoce la torta...e questa mi sembra già di sentirla. Grazie Pinella per averla condivisa

    RispondiElimina
  41. Ciao Pinella,
    mi appresto a fare la Torta di mele sbriciolata ma non capisco bene la procedura.

    Una prima cottura è metà briciolame+mele+seconda metà briciolame per 20 minuti a 180°.

    Seconda cottura: versare impasto uova, zucchero, panna e yogurt sulla torta e cuocere per 40-50 minuti.

    Poi dici (e qui mi perdo) "Durante la cottura del dolce, versare l'ultima parte di briciolame rimasto sul fondo di una teglia da biscotti e far cuocere fino a completa doratura, sgranando ogni tanto la frolla con l'aiuto di una forchetta". Ma scusami, non avevamo usato tutto il briciolame?
    Quindi il crumble va diviso in tre parti: due per la prima cottura e 1 cotto da mettere a decorazione sulla torta fredda? Grazie Danila

    RispondiElimina
  42. Certo Danila..é proprio cosi.
    Hai il briciolame e lo dividi circa in due parti.
    La prima metà la stendi. te ne rimane una seconda metà. Questa, a sua volta, la dividi circa in due. E la usi come da ricetta.

    RispondiElimina
  43. Grazie per i consigli Pinella. Eccola è in forno. Temo non verrà perfetta, ho lavorato troppo le briciole e erano forse piccole. Per rimediare a quelle della decorazione ho aggiunto un po' di zucchero di canna e di burro. La cremina (di panna yogurt e uova) l'avrei mangiata a cucchiaiate...

    Non vedo l'ora di assaggiarla! grazie ancora, danila

    RispondiElimina
  44. sono moltissimo in ritardo per ringraziare Pinella per questa me-ra-vi-glio-sa ricetta, il cui unico e trascurabile difetto è l'aspetto non bellissimo...ma il sapore...il sapore è unico, originale, profumato e la consistenza morbida, setosa, non cambierei una virgola...L'ho appuntata in cucina, nei prossimi mesi cercherò anche di migliorarne l'aspetto. Grazie!

    RispondiElimina
  45. Ricetta sublime. Non cambierei una virgola nella composizione, solo che a me non è venuta di una gran bellezza...cercherò di migliorare almeno l'aspetto finale. Grazie!

    RispondiElimina