venerdì 18 luglio 2014

Fragola, Lime, Violetta


Questa tarte è nata dal colore rosso.

Da tempo mi piaceva l'idea di colorare il cioccolato bianco in modo da ottenere una certa tonalità di rosso e solo quando il cioccolato ha cristallizzato mi sono resa conto che era esattamente il punto di rosso che volevo vedere.


Quindi, questa tarte ruota intorno a semplici dischi di cioccolato?
Si, è cosi.

Certo...da qualche giorno giravo intorno ad una mignardise di Alessandro Servida che lui ha chiamato Luna Rossa
Quindi, sono stata chiaramente influenzata....

E' stato facile passare dalle fragole al lime e da qui ad inserire un colore inusuale come il violetto.....Una punta di verde dei frutti...una nota immancabile d'oro e....
Un dolce colorato è servito senza grosse paure su una base di croccante Breton che ...si sa...senza un che di frolla non c'è dolce che tenga......

Che fine farà la sfera rossa che riposa al fresco?
Si, un'idea ce l'ho ma aspetta serena perchè non mi ancora rapito il cuore e la testa.
L'importante è che ogni tanto la vada a vedere in modo che quel rosso mi invada gli occhi .....

Fragola-Lime-Violetta



Per la sablé Breton( da una ricetta di Maurizio Santin)
Prevederne 1/2 dose

465 g di burro
150 g di zucchero al velo
2 g di sale Maldon
2 tuorli d'uovo sodi
450 g di farina debole
85 g di fecola
80 g di feuilletines

Lavorare il burro con lo zucchero. Setacciare i tuorli, unire il sale e mescolarli con l'impasto del burro e zucchero. Setacciare la farina con la fecola. Unire i tuorli, le polveri e infine le feuilletines. Conservare l'impasto in frigo per almeno 12 ore. Quindi, grattugiarne una parte e distribuirla su un quadro di 20 cm di lato ad un'altezza di 1/2 cm. Infornare a 160 °C fino a colorazione.Far raffreddare in freezer per circa 30 minuti e poi adagiare il carré sul piatto di servizio.


Per la spuma di fragole( estratta da una preparazione di Alessandro Servida)



150 g di purea di fragola100 g di succo di limone250 g di zucchero semolato250 g di acqua15 g di gelatina granulare oppure in fogli da 2 g*75 g di acqua d'idratazione

La ricetta originale ne prevede 20 g con 100 g di acqua di idratazione. Ho ridotto la quantità perchè volevo ottenere un effetto ancora più morbido.

Versare i 250 g d'acqua in una casseruola, aggiungere lo zucchero e scaldare sul fornello fino alla comparsa del primo bollore e lo zucchero si è completamente disciolto. Idratare la gelatina con i 75 g d'acqua.Mescolare la purea di fragole con il succo del limone ben filtrato. Unire la pura di frutta allo sciroppo e riportare tutto al bollore.Intanto, far scaldare la gelatina, unirla al resto del composto parzialmente intiepidito  e mescolare bene.Coprire con pellicola a contatto e conservare in frigo per un'intera notte.L'indomani, versare la preparazione nella ciotola della planetaria e montare a media  velocità con la frusta a fili sottili fino ad ottenere una consistenza spumosa.Questa preparazione può essere lavorata con un sac à poche oppure versata in uno stampo a sfere complete e conservata in freezer fino al momento dell'utilizzo.Conservare le sfere residue per altre preparazioni.
Per il cremoso al lime( da una ricetta di Gianluca Fusto)
Prevederne 1/2 dose
290 g di succo di lime ben filtrato377 g di  uova intere81 g di zucchero semolato15 g di burro di cacao232 g di cioccolato bianco Opalysscorza di un limone

Fondere il cioccolato bianco fino alla T di 45°C. Mescolare i tuorli, aggiungere lo zucchero e lavorare con la frusta senza montare e incorporare aria. Scaldare leggermente il succo del lime e versarlo sulle uova. Cuocere a media temperatura fino a 82°C. Profumare con la scorza del limone. Procedere a realizzare l'emulsione versando la crema in 3 volte sul cioccolato. Abbassare di temperatura e unire il burro di cacao. Frizionare la preparazione con un minipimer, coprire con pellicola a contatto e conservare in frigo per un'intera notte.



Per le meringhe soufflées

105 g di albumi d'uovo
85 g di zucchero semolato
85 g di zucchero al velo
poche violette candite
un pizzico di colorante idrosolubile alimentare violetto

Portare gli albumi a temperatura ambiente. Farli schiumare e cominciare ad aggiungere lo zucchero semolato a cucchiaiate. Frantumare le violette fino ad ottenere una polvere sottile e unirla alla meringa. Completare con una punta di colorante violetto. A mano, aggiungere lo zucchero al velo.
Accendere il forno a 150°C.
Con una sac à poche disegnare le meringhe in cilindri sottili del diametro di 1/2 cm. 
Infornare. Spegnere  il forno e riaccenderlo quando la T ha raggiunto circa 100°C. Far cuocere per circa 60' oppure fino a quando le meringhe si sono parzialmente asciugate. Far raffreddare e con un coltellino affilatissimo tagliare dei bastoncini di pochi cm di lunghezza. conservare in contenitori ermetici.

Preparazione

Versare il cremoso all'interno di una sac à poche con beccuccio liscio e disegnare delle righe su tutta la superficie del quadrato di frolla. Volendo, tra una riga e l'altra inserire delle sottili righe di salsa di fragole leggermente gelatinata. Far raffreddare in frigorifero. Distribuire delle sfere di spuma alla fragola alternandole a ciuffetti di cremoso al lime.Distribuire dei bastoncini di meringa alla violetta  e qualche piccola fragolina. Completare con dei dischi di cioccolato bianco colorato di rosso. 

Stampa la ricetta

9 commenti:

  1. mi ricollego a quanto avevo scritto nel post precedente:quanta strada ho da fare ancora!
    ma è meraviglioso per me poter venire qui e vedere cosa potrei imparare,percorrendo quella strada...
    tu scrivi poesie.
    dipingi quadri.
    o,semplicemente,riconoscendo la pasticceria come arte,crei dolci.
    la tua arte.
    che io ammiro.e infilo in un cassettino della mia mente.
    la breton.la spuma.i cilindri di meringa.
    ciao Pinella.

    RispondiElimina
  2. Inarrivabile. Superlativa!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Sono estasiata di fronte ad un dolce così..fresco, colorato, bello. Ieri sera ho acceso il pc e ho visto questa preparazione. Avevo una purea di fragole setacciata pronta per un altro utilizzo...ma ero così incantata che la spuma di fragola l'ho preparata subito. Ora l'ho montata con la frusta, la consistenza è spumosa ma non così areata da poterla lavorare con la sac à poche. Allora l'ho versata negli stampi a semisfere e altri stampi...come suggerisci sempre tu di viaggiare con la fantasia. Grazie Pinella

    RispondiElimina
  4. Bravissima!
    Tieni presente che appena montata la spuma da l'idea che non sia possibile sprizzarla con una sac à poche. Ma se la lasci un paio di minuti in frigo ce la fai assolutamente. In ogni caso io ho scongelato ieri alcune sfere per un dessert al piatto ed erano perfette.

    In effetti, Eleonora, la Pasticceria fornisce tutti gli strumenti per far volare la fantasia...

    RispondiElimina
  5. Eccezionale, non saprei che altro dire... questa idea del cioccolato rosso è esaltante. Mi piace molto la ricetta del cremoso al lime e l'abbinamento con le fragole è sempre una certezza! Dolce fantastico, complimenti!

    RispondiElimina
  6. Crei delle ricette veramente deliziose! Complimenti ! Mi unisco ai tuoi lettori !

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia! Mi resta solo un dubbio sul cremoso: negli ingredienti parli di uova Inter mentre nello svolgimento parli di tuorli! Il peso indicato riguarda quindi solo i tuorli?
    Grazie e complimenti ancora!

    RispondiElimina
  8. Mi pare siano uova intere e stasera te lo controllo.
    Intanto, Daniela, mettiti in contatto con la ditta di roma ...mi hanno tel chiedendo di te per la spedizione

    a stasera

    RispondiElimina