domenica 25 novembre 2012

Biscotti rustici con farina di mais...come fossero spighe di grano

Ci sono giorni che hanno senso solo se si concludono accendendo il forno e infilando delle teglie su cui si adagiano, lenti, dei biscotti.



Come se solo loro potessero avere la possibilità di darti un conforto.

Sarà la lavorazione della frolla..che ti obbliga, quasi, alla calma. 
Sarà la possibilità di farli riposare tutti vicini, come fossero i ravioli che da piccola si mettevano su lenzuoli bianchi stesi sui letti...

Erano cosi tanti i ravioli... da destinare ai familiari più prossimi, a quelli meno prossimi, ai vicini di cortile e di casa, alle persone a cui non si poteva fare a meno di portarne un cesto perchè" vi ricordate che anche loro quando li hanno fatti ce ne hanno portato?" Erano cosi tanti da non starci tutti nei vassoi e nelle ceste di paglia. E allora venivano stesi dei lenzuoli candidi sui letti rigidi e alti e a turno, come in processione, li si portava nelle camere. Uno ad uno, con delicatezza, venivano allineati in righe perfette in modo da poterli contare facilmente..."Ne abbiamo fatto 600, questa volta.....Ma l'altra volta non erano di piu'?..No, no...Erano meno, me lo ricordo bene..."


Inforniamoli questi biscotti che aspettano. 

Che la stanza si riempia di profumo. E di calore. Che sia cosi intenso da scendere lungo i gradini della scala e poi inondare la strada...
Che il profumo dei biscotti è cosi bello che di più non c'è nulla............

Spighe di grano
( ricetta estratta da Profumi dal Forno di Omar Busi)


Forno: 160°C
Tempo di cottura: 20 minuti
Tempo di riposo in frigo: 2-3 ore

400 g di farina Petra 5 oppure farina debole con W 160

130 g di farina di mais Fioretto*
65 g di tuorli
5 g di lievito chimico
135 g di zucchero semolato
265 g di burro a temperatura ambiente
scorza grattugiata di limone

* Per un impasto meno rustico, utilizzare la farina di mais Fumetto.


Ho setacciato la farina Petra 5 con il lievito chimico per 2 volte. Ho amalgamato il burro con lo zucchero, ho unito la scorza grattugiata di un bel limone non trattato e ho aggiunto i tuorli d'uovo. Ho unito in due volte le due farine e ho lavorato fino ad avere un impasto omogeneo. Ho fatto riposare in frigo per circa un'ora.

A questo punto ho brevemente lavorato ancora l'impasto. L'ho steso ad un'altezza di 1/2 cm e ho ritagliato dei biscotti usando uno stampino da Petit Beurre.
Invece, per le spighe ho fatto dei cordoncini di circa 1.5 cm di spessore, li ho tagliati ad intervalli di circa 5 cm e li ho passati su una grattugia. Ho pero' ottenuto un buon effetto rigandoli sulla superficie con dei tagli incrociati eseguiti con l'ausilio del dorso di un coltello.
Per preservare la forma in cottura, ho adagiato i frollini su teglie rivestite di carta forno e li ho fatti riposare in frigo ancora per un'ora.
Quindi, via in forno fino ad ottenere un bel colore dorato..

.....come fossero spighe, insomma...


OPS: Lo stampino con le dicitura Petits Beurre si acquista in libreria in una deliziosa confezione contenente un libretto apposito su questi biscotti...



16 commenti:

bruna ha detto...

Domani si va di spighe all'Arca :0)
Grazie Pin!
Un bacione

Betty Carbuncle ha detto...

wo...wo...wow sento il profumo di pannocchie da qui

Pinella ha detto...

Io li rifaro' presto con uno zucchero di mele comprato tempo fa....

ciliegia ha detto...

bellissimi.. ho appena comprato lo stampino per le scritte .. speriamo che rimangano impresse

Cristina D. ha detto...

Ciao Pinella, sono Cri-cri di Coquinaria. Anch'io li ho fatti tempo fa: sono i migliori biscotti di mais che ho mai mangiato !
a me son venuti così
http://coccoledidolcezza.blogspot.it/2012/04/spighe-di-grano.html

Siula Golosa ha detto...

che belli, grazie Pinella x questa ricetta! ho del fumetto da consumare...volevo provare i gialletti delle Simili o le paste di meliga di Montersino ma...proverò prima queste ;)

Siula Golosa ha detto...

velocissimi e buonissimi, poco zuccherati come piacciono a me, preparati durante la pausa pranzo e pronti in tempo per il caffè! grazie ancora!
Gabriella

HsB ha detto...

sembrano buonissimi, come quelli che mangiavo da bambina. che fantastico ricordo! belli gli stampini. ti seguo, mi piace il blog e mi piacciono le ricette :)
martina

ps. giveaway sul mio blog con cosette da cucina. vieni a vedere: http://homesweetbakery.blogspot.it/2012/11/giveaway.html

Alessandra ha detto...

Che la stanza si riempia di profumo, e di vita.
Biscotti per tutti.

Laurawinter ha detto...

Ciao Pinella,
passo ogni giorno di qua e rimango sempre incantata: dalle tue creazioni,o, meglio creature, dalle parole che le accompagnano e dalla tua generosità.
Oggi mi sono affacciata e per la prima volta ti scrivo. Sfacciatamente. Perché avrei bisogno di aiuto: ho acquistato anch'io il librettino e realizzato i petits beurre in versione salata per dei regalini, ma sono prorpio brutti! Hanno la pancia (vuota, tipo "sgonfiotti"), si sono gonfiati in cottura! E dire che prima di infornarli li ho anche tenuti in frigo per evitare che si deformassero... Cosa posso aver sbagliato? Grazie mille.
Un abbraccio a te e alla tua bellissima terra.
Laura

Laurawinter ha detto...

Ciao Pinella,
passo ogni giorno di qua e rimango sempre incantata: dalle tue creazioni,o, meglio creature, dalle parole che le accompagnano e dalla tua generosità.
Oggi mi sono affacciata e per la prima volta ti scrivo. Sfacciatamente. Perché avrei bisogno di aiuto: ho acquistato anch'io il librettino e realizzato i petits beurre in versione salata per dei regalini, ma sono prorpio brutti! Hanno la pancia (vuota, tipo "sgonfiotti"), si sono gonfiati in cottura! E dire che prima di infornarli li ho anche tenuti in frigo per evitare che si deformassero... Cosa posso aver sbagliato? Grazie mille.
Un abbraccio a te e alla tua bellissima terra.
Laura

Laurawinter ha detto...

Ciao Pinella,
passo ogni giorno di qua e rimango sempre incantata: dalle tue creazioni,o, meglio creature, dalle parole che le accompagnano e dalla tua generosità.
Oggi mi sono affacciata e per la prima volta ti scrivo. Sfacciatamente. Perché avrei bisogno di aiuto: ho acquistato anch'io il librettino e realizzato i petits beurre in versione salata per dei regalini, ma sono prorpio brutti! Hanno la pancia (vuota, tipo "sgonfiotti"), si sono gonfiati in cottura! E dire che prima di infornarli li ho anche tenuti in frigo per evitare che si deformassero... Cosa posso aver sbagliato? Grazie mille.
Un abbraccio a te e alla tua bellissima terra.
Laura

Laurawinter ha detto...

Ciao Pinella,
passo ogni giorno di qua e rimango sempre incantata: dalle tue creazioni,o, meglio creature, dalle parole che le accompagnano e dalla tua generosità.
Oggi mi sono affacciata e per la prima volta ti scrivo. Sfacciatamente. Perché avrei bisogno di aiuto: ho acquistato anch'io il librettino e realizzato i petits beurre in versione salata per dei regalini, ma sono prorpio brutti! Hanno la pancia (vuota, tipo "sgonfiotti"), si sono gonfiati in cottura! E dire che prima di infornarli li ho anche tenuti in frigo per evitare che si deformassero... Cosa posso aver sbagliato? Grazie mille.
Un abbraccio a te e alla tua bellissima terra.
Laura

Laurawinter ha detto...

Ciao Pinella,
passo ogni giorno di qua e rimango sempre incantata: dalle tue creazioni,o, meglio creature, dalle parole che le accompagnano e dalla tua generosità.
Oggi mi sono affacciata e per la prima volta ti scrivo. Sfacciatamente. Perché avrei bisogno di aiuto: ho acquistato anch'io il librettino e realizzato i petits beurre in versione salata per dei regalini, ma sono prorpio brutti! Hanno la pancia (vuota, tipo "sgonfiotti"), si sono gonfiati in cottura! E dire che prima di infornarli li ho anche tenuti in frigo per evitare che si deformassero... Cosa posso aver sbagliato? Grazie mille.
Un abbraccio a te e alla tua bellissima terra.
Laura

Pinella Orgiana ha detto...

Hai incamerato troppa aria durante la lavorazione che poi in cottura con il calore si è espansa...c'era anche lievito nell'impasto?

Laurawinter ha detto...

Sì, un cucchiaino di lievito per dolci per 500 grammi di farina: ho impastato con la planetaria (foglia) e tenuto l'impasto in frigorifero per una notte prima di utilizzarlo. Prima di infornare poi ho messo del fleur de sel sulla superficie...
Di nuovo grazie.