giovedì 26 gennaio 2012

Quasi dei muffins, quasi dei tortini



"Quasi muffins " all'arancia e cioccolato
(liberamente estratti da Patisserie di Christophe Felder)




A dire il vero, Felder li chiama Muffins au chocolat...ma sarà che dei muffins hanno solo la forma...La lavorazione è completamente diversa. Cosi come è differente la consistenza.  Per tutto questo, mi sono permessa di modificarne il nome...E dato che le varianti non arrivano mai da sole, complice la mancanza di lamponi e banane, ho deciso che quelle scorze candite preparate di recente, potevano andare benissimo in questo impasto.
Sappiamo tutti che meraviglia di matrimonio sia quello tra arancia e cioccolato, non è vero?

Come? Non vi ho parlato delle scorze?
Di queste scorze?


Ma come ho potuto non scrivervi che durante le feste sono venuta in possesso di un cesto di arance spettacolari e ho rifatto la splendida ricetta pubblicata da Alex?
E quanto ne sia rimasta incantata? Tanto da venire in possesso di altre splendide arance e rifare ancora la stessa ricetta?

Vedere questi muffins del grande Felder e unirli alle mie scorze è stato un attimo.....


Per 12 "quasi muffins"

4 uova intere
150 g di zucchero semolato
60 g di farina 00
1 cucchiaio di buon cacao amaro
1 cucchiaino di lievito in polvere*
100 g di cioccolato fondente al 60%
110 g di burro
scorze candite sciroppate
alcuni cucchiai di Curaçao

*Assente nella ricetta originale

Far fondere a bagno-maria il cioccolato ed il burro. Setacciare la farina con il cacao ed il lievito. Montare a spuma gonfia le uova con lo zucchero e la scorza grattugiata dell'arancia. Versare a filo il composto di cioccolato lavorando dall'alto verso il basso con una spatola. Aggiungere le polveri senza smontare l'impasto. Profumare con il liquore e completare con due cucchiai di scorze candite tagliate in piccoli dadetti. Imburrare ed infarinare leggermente degli stampi da muffins ( anche in silicone) e versare una cucchiaiata di composto, fino a raggiungere i 3/4 d'altezza. Sistemare al centro un dado di scorza d'arancia ed infornare a 180°C per circa 15-20 minuti oppure finché il dolce si presenterà cotto alla prova stecco.
Far raffreddare. Estrarre i dolci. Velare la superficie con un velo sottile di cioccolato fondente. Spolverizzare un velo di cacao amaro e decorare a piacere con una strisciolina di arancia candita. 

23 commenti:

  1. Sono quasi svenuta davanti allo schermo.. che buoni..

    RispondiElimina
  2. Sono quasi convinta a fare questi quasi muffin, però prima, quasi quasi, faccio anche le tue scorzette nello sciroppo!
    Baciottone!!

    RispondiElimina
  3. accidenti che belli... e delizia, l'abbinamento cioccolato-arancia caramellata è quello che amo di più! Bellissimo blog, un bacio :)

    RispondiElimina
  4. tortine,muffins...chiamali come vuoi...ma ne addenterei volentieri uno....arancia-cioccolato...che delizia.
    ciao katia

    RispondiElimina
  5. wowww dei dolcetti antidepressivi,anche io ho fatto le arance candite ma in modo diverso se riesco a fare le tue nn so' xche' e' lunghetta ma ne vale la pena!!! bravissimaaaa

    RispondiElimina
  6. Te l'ho scritto anche su Coqui,tempo di candire le arance ed i miei fianchi ed io pubblicheremo un topic di ringraziamento per la Tentatrice n°2!!
    Splendidi!

    RispondiElimina
  7. Oddio! che bontèèèè!! ci starebbero benissimo insieme al caffè che sto bevendo!!

    RispondiElimina
  8. Sono veramente invitantissimi e deliziosi già solo all'occhio! Mi sa che li provo presto :))

    RispondiElimina
  9. Ecco che finalmente, dopo tanti anni e tante prove, riesco a farmi le Fiesta, le uniche merendine commerciali che adoro!!!

    RispondiElimina
  10. eh si, la fiesta è proprio buona, preferisco non leggere gli ingredienti, però è proprio buona. Mia moglie ricorda persino che ne era stata prodotta una versione alla mandorla buonissima per poco tempo. Dovrò scegliere anche io una bella ricettina di Felder da fare, ho comprato un bel libro a Parigi e sarebbe un peccato non preparare niente, no?

    RispondiElimina
  11. Meravigliose....salivazione a mille!
    Credi si possa sostituire la farina con farina di mandorle per amica celiaca senza modificare troppo il risultato finale? Grazie.Franci

    RispondiElimina
  12. mamma mia che buoniiiii...da provare al più presto!!! intanto ti lascio un premio se ti va!!! http://blog.giallozafferano.it/incucinaconpetit/che-bello-ho-ricevuto-un-premio/
    ciaooooo

    RispondiElimina
  13. Che siano muffin, flan o tortine... hanno un aspetto veramente delizioso, come tutto quello che esce dalle tue mani, e dal tuo forno...

    RispondiElimina
  14. sembrano davvero meravigliosi!! ceh fame che mi hanno fatto venire queste foto!!!

    RispondiElimina
  15. Impresionante, con permiso tomo nota de la receta.
    Baci

    RispondiElimina
  16. Hilda, soy feliz! Toma todo lo que tu quieres!!

    RispondiElimina
  17. Pinella, ciao! Sto facendo le scorze, volevo chiederti... la bollitura di due ore si fa partendo da acqua fredda o si immergono nell'acqua già bollente?

    Grazie!
    Antonella

    RispondiElimina
  18. Cara Pinella, sono rimasta tanto impressionata dalle tue creazioni che questa volta vorrei provare a fare le scorze candite. Apprezzerei qualche consiglio da parte tua, ad esempio: a che spessore devo tagliare la buccia dall'arancio? Devo eliminare del tutto la parte bianca o sarebbe invece opportuno lasciare attaccata alla scorza un po' di polpa di arancio visto che mi pare dall'immagine che le tue scorze rimangano belle polpose?
    Infine, mi consigli un tipo di arancio particolare, a buccia spessa o sottile, o è indifferente?
    Ti ringrazio per i tuoi consigli!
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio arance a scorza spessa e lascia adesa una piccola parte di parte bianca ma non tanto.

      Elimina