mercoledì 4 gennaio 2012

Confiture de Noel

Anche se Natale è già passato...anche se forse andava preparata prima....anche se è sempre tutta una rincorsa e non riesco mai a realizzare tutto ciò che mi frulla per la testa...beh!, stasera io questa confiture la preparo proprio.

Una confiture , in effetti, nata quasi per caso. Mi sono ritrovata una bella ciotola colma di polpa d'arance..le scorze sono lì a macerare da ieri...dato che le voglio proprio preparare stavolta le scorzette candite...e dicevo, avevo questa polpa di frutta. Fuori, al fresco, non mancano i limoni. E in dispensa pinoli. E amarene.

Amarene? Non ho amarene fresche. Nè congelate.

Ok. Non le metto.Anche se, di lasciare una preparazione senza uno dei suoi ingredienti... non mi va proprio. 

Faccio la marmellata.L'assaggio. E' appena-appena amarognola. E se....
Deciso. Piu' che deciso. Mi butto.
Tiro fuori un barattolino di amarene sciroppate che avevo comprato a Parigi, tempo fa. 
Due cucchiaiate prima di invasare.

C'è sempre un motivo che spinge a conservare in dispensa un barattolino di amarene....

Confiture de Noel
( da Patisserie de Christophe Felder) 



1100 g di arance biologiche 
500 g di limoni biologici
1 bacca di vaniglia
900 g di zucchero semolato
70 g di pinoli tostati
160 g di amarene fresche oppure surgelate*( io le ho usate sciroppate)


Nota: Ho apportato alcune piccole modifiche nella preparazione perchého deciso di lasciare per una notte la polpa della frutta a macerare con lo zucchero.

Ho tagliato a piccoli pezzetti le arance ( molte erano private della buccia..) ed i limoni. Ho versato in una capiente casseruola e ho aggiunto lo zucchero. Ho inciso per il lungo una bellissima bacca di vaniglia, ho asportato la polpa che ho aggiunto alla frutta ma ho lasciato anche la bacca, in casseruola, in modo da far rilasciare tutta la fragranza. Ho messo il coperchio e ho messo al fresco ( fuori in veranda...) per un'intera notte. L'indomani ho portato al bollore e ho cotto la confettura fino a 107-108°C. Poi, ho leggermente frullato la confettura con un mixer ad immersione ma senza ridurla a purea fine. Cioè, devono ancora essere presenti dei piccoli pezzi...Ho aggiunto i pinoli e le amarene. Ho invasato la confettura ancora caldissima e ho sterilizzato i barattoli per circa 40 minuti. Ho fatto raffreddare i barattoli dentro la casseruola. 

E adesso...devo proprio pensare che crostata posso fare...

9 commenti:

arabafelice ha detto...

Non la faccio solo perchè non ho amarene sciroppate, non sarò certo io a togliere un ingrediente ad una delle tue ricette perfette!
Ma la salvo per quando un vasetto delle suddette mi capiterà in dispensa :-)

Ma lo sai che, potere della tua foto e delle tue parole, mi è sembrato di sentirne il profumo?

Pinella ha detto...

Cherie, tu es vraiment magique....

Fujiko ha detto...

Deve essere una eccellente alternativa alla marmellata di arance classica.... anche a me mancano le amarene sciroppate... ma non demordo... me ne ricorderò quando andrò a fare la spesa...!

Alessandra ha detto...

Parigi fa sempre la differenza...
Adesso sí.
Adesso è veramente Natale.
Buonanotte cherie.

bruna ha detto...

Cosa deve essere questa confiture de Noel!! Cercherò spasmodicamente le amarene sciroppate! (ma le Fabbri possono andar bene?)

Pinella ha detto...

Le Fabbri vanno benissimo, Bru...quelle che ho usato io somigliano moltissimo. forse sono solo piu' piccole.
La confiture è deliziosa. E certamente particolare.
Peccato non averla preparata per Natale insieme al Vin chaud con gli agrumi....riavvolgo il nastro?

Graal77 ha detto...

Complimenti non conoscevo questa deliziosa ricetta....ho imparato un'altra cosa!!!!!
Buona vita e buoni dolci!!!!

Black Pearl ha detto...

Questa marmellata è semplicemente perfetta! mi rubo la ricettina e la provo :P complimentissimi! e complimenti a tutto il blog, avrei quasi tutto da copiare! con un pò di pazienza ce la farò! bacioni

Giuliana ha detto...

le ho le amarene, e anche le arance buone....i pinoli sono sempre in dispensa, la vaniglia.....beh...è bella fresca e cicciosa...
Natale è passato, e pure la Befana ha riposto la scopa...facciamo che è per carnevale??
Magari la possiamo usare per farcire le raviole di pasta frolla...