domenica 18 dicembre 2011

Frammenti di dolcezze: Spitzbuben e Linzer Backerei


Non so esattamente cosa sia stato.
E non mi si chieda  neppure quale sia stato il cammino che, quest'anno, per la prima volta dopo tanto, tantissimo tempo, mi ha portato a rasserenarmi con il Natale.

Ho fatto tirare fuori dalla cantina l'occorrente per l'albero. Ho allungato i nastri d'oro e d'argento che usava mia madre quand'eravamo piccole. Le sue decorazioni natalizie...le palline azzurre, verdi, rosse..a cui si sono aggiunte quelle che ho comprato io tantissimi anni fa. E ho pure messo sulla cima una sorta di sfera dorata che termina con una strana appendice ...come a staccarsi verso il cielo.

Albero che ho fatto sempre, ogni 8 dicembre a questa parte.
Solo che quest'anno , l'albero, è venuto fuori con una insospettata serenità.

Come a far pace, insomma. Non lo so esattamente con chi oppure con cosa.
Ed è stato naturale, quindi, che altri sentimenti, altre sensazioni, altri desideri ...che premevano con forza  in qualche posto misterioso del cuore....venissero fuori. Si facessero spazio tra le cose inutili e fastidiose e dolorose e pesanti e si mettessero in bella fila, come invitati alla tua tavola.

Io li ho accolti e fatti sedere lungo un lato del mio tavolo di cucina.
Sono rimasti zitti e buoni a vedermi tirar fuori farina, polvere di mandorle, burro fragrante di montagna, uova fresche e zuccheri misteriosi.
E hanno visto nascere biscotti.
I dolci che parlano di me più di ogni cosa.

Ognuno di loro è nato cosi. Impastato con affetto, plasmato di serenità, spolverizzato di tenera amicizia.
Con un pubblico misterioso che ammutolito mi vedeva avvolgerli in carta trasparente quasi come si esponesse l'anima.

Un modo, il mio modo, di  dire ad alcune persone che..." Vi voglio bene...", senza arrossire e nascondere il viso di lato.

Può un biscotto dire tutto questo più di mille dolci e più di mille parole?
Non lo so. Ma io, ad ognuno di essi, ho affidato il compito di farlo.. 
Poi, li ho fatti volare.....


Spitzbuben
( da una ricetta di AnnaMaria Romano)


I frollini che non c'è un regalo più bello che io possa fare ad una delle mie sorelle. Con la speranza, ahimè certamente vana, che quest'anno non mi dica " Ma ne hai fatto cosi poche...le ho già finite"...

400 g di burro
240 g di zucchero semolato
2 uova intere
due cucchiai rasi di zucchero vanigliato 
800 g di farina
due cucchiaini di estratto liquido di vaniglia

Rendere morbido e plastico il burro prima di unirlo, a dadi, allo zucchero semolato. Mescolare fino a rendere l'impasto omogeneo. Unire lo zucchero vanigliato e l'estratto di vaniglia. Quindi, le uova.Setacciare la farina e unirne metà all'impasto, poi continuare versando anche la seconda metà. Compattare la frolla e farla riposare in frigo per circa un'ora. Reimpastarla velocemente e stenderla su un piano velato con una spolverata fine di farina ad un'altezza di pochi mm. Con un coppapasta rotondo, ritagliare dei frollini e in metà di essi praticare un foro centrale oppure tre forellini più piccoli. Infornare per circa 15 minuti a circa 170-180°C finché siano solo debolmente dorati. Farli raffreddare. Spolverizzare abbondante zucchero al velo vanigliato su metà di essi. Stendere un velo di marmellata oppure confettura rossa su metà dei dischi e sovrapporre la seconda metà.
Conservarli in scatole di latta oppure su vassoi ben ricoperti da carta stagnola.

Linzer Backerei
( da una ricetta di Marina Braito )


560 g di farina
420 g di burro
200 g di zucchero al velo
200 g di mandorle tritate finemente
2 tuorli
un pizzico di cannella
la scorza di un limone grattugiato
il succo di un limone
un pizzico di sale

Impastare il burro con lo zucchero. Aggiungere le spezie e gli aromi, quindi i tuorli ed il succo del limone. Setacciare la farina, aggiungere quella di mandorle ( sarebbe preferibile usare mandorle non spellate) e versare le polveri nell'impasto. far riposare la frolla per circa 12 ore. Stenderla su un piano infarinato ad un'altezza di 1/2 cm. Con un coppapasta liscio ricavare dei dischi e infornare a 180°C fino a completa doratura. Farli raffreddare e accoppiarli mediante una farcitura di confettura di albicocche. 
Preparare una glassa con dello zucchero al velo setacciato e qualche goccia di succo di limone. Aggiungere un filo d'acqua fino ad ottenere una glassa liscia e consistente.Spennellare la superficie dei biscotti, adagiarvi qualche sottile lamella di mandorle tostate  e farli asciugare.

10 commenti:

il sapore del verde ha detto...

Ogni tuo post è un incanto... di parole e dolcezza... in questo periodo si avverte ancora più profondamente nel cuore... Complimenti veri. Deborah

bruna ha detto...

Sono molto contenta nel sentire che sei più serena e che hai fatto pace col Natale.
I tuoi biscotti sono bellissimi sempre, forme perfette e senza sbavature...a me son venuti craquelè anche gli alfajores...per non parlare della pate sablè pochè spatasciata di brutto...vabbè li mangiamo lo stesso ma anche l'occhio vuole l asua parte :O))

Deborah ha detto...

Che bello il tuo post, mi sembrava di leggere una dolce favola ^_^ Questi biscotti devono essere deliziosi, mi sembra quasi di sentirne il profumo! Copiati :-P

lidia ha detto...

Mamma che tentazione questi magnifici biscottini....Bravissima....

AngelaG ha detto...

Sono molto belli, quanto prima proverò le ricette.
E' simpaticissima questa tua sorellina cosi' golosa di biscotti.
Baci.

Sara ha detto...

Che bel post, dolce e sereno...come deve essere il Natale.
Ed i tuoi biscotti sono la sintesi perfetta di ciò che hai scritto, buon Natale!

Pinella ha detto...

Adoro fare biscotti. Li lascio tranquilli, aspetto i loro tempi, ascolto le loro esigenze. Insomma, se voglio strappare un silenzio sereno, impasto. E sono anche i miei dolci preferiti,,,

Lola ha detto...

Biscotti! Biscotti biscotti biscotti biscotti biscotti! Quanto li adoro! Mi piace farli, decorarli e mangiarli, sono una piccola-grande soddisfazione. E se proprio dovessero essere brutti, si possono sempre tagliare tondi o fare delle palline...insomma, riescono sempre in un modo o nell'altro :)
Poi in questo periodo sono perfetti in ogni momento...
Proverò a fare queste delizie al più presto!
Un bacio! :)

Stefania ha detto...

Le tue ricette sono sempre un incanto
grazie Felici Feste ciao

Elisabetta ha detto...

belli!!!