sabato 8 ottobre 2011

Auguri, Chef!


Ed eccolo qui. Il nuovo nato di casa Santin.
Non posso che chiamarlo cosi, il nuovo nato, perchè credo fermamente che a volte il libri siano come i figli. Li sogni, li progetti, li aspetti, li custodisci durante tutto l'aspettativa dell'attesa.
Finchè qualcuno pensa che sia venuto il momento di fargli vedere la luce e ...eccolo! puoi tenere il libro tra le mani. Il figlio tra le braccia.

Noi, abbiamo atteso tutto il tempo con lui. E quando ho visto la copertina, ho fatto anch'io un sobbalzo.
Mi ha conquistata  in un baleno.
 Le mani infarinate a cercare di far uscire dalla testa, in bell'ordine, le tante e meravigliose ricette, imprigionate nella mente.
Il sorriso ad accompagnarle. Il sorriso generoso di chi sa che, in fin dei conti, sta regalando il tesoro del suo passato.
Le sue ricette di base.
Come dire: " Ecco, io vi do quello che ho, quello da cui faccio nascere tutto cio' che faccio"

Si puo' condividere qualcosa di piu' bello delle ricette di base?

Ed io l'avro' questo libro.
Il primo me l'aveva regalato la mia amica Emiliana, tanti anni fa.


" Ce l'hai già il libro di Maurizio Santin?"
" No..Santin...chi Santin?"
" Dai, te lo regalo io. Guarda, è bellissimo. Ne sono conquistata"

E adesso quel libro è sempre lì, al solito posto in libreria, messo di traverso sopra gli altri. A volte, che abbia difficoltà a trovarlo.... La copertina è macchiata di cioccolato. Alcune pagine sono un po' incollate ai bordi dalla crema inglese di un cremoso...Per leggere la dedica devo girarlo a testa in giù e ogni volta mi fa sorridere. Non mi ha mai deluso. Con nessuna ricetta. Che fosse un cremoso o un tortino al cioccolato. Un parfait al porto oppure un'Opera.
Cioè un tesoro da custodire.

E ora, arrivo il fratello a tenergli compagnia. La famiglia si allarga. Ed io, felice, sto a guardare. Che le famiglie numerose, in fin dei conti, mi sono sempre terribilmente piaciute.

Auguri, Magic Maitre à Sucrer!

8 commenti:

  1. Santin, con quei suoi modi diretti, ma disponibile, sempre, ricette sempre riuscite, purtroppo non ho il suo primo libro e non lo trovo più, non so perchè non lo ristampino, invece sarò con lui il 20 novembre a Eataly Torino, dove terrà una lezione, non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
  2. Santin, con quei modi così diretti, ma sempre disponibile, non ho il suo primo libro, non si trova più e non so perchè non lo ristampino.
    Intanto il 20 novembre sarò ad EATALY Torino, dove LUI terrà una lezione, non vedo l'ora: In bocca al Lupo, Maitre a Sucrer.

    RispondiElimina
  3. Non c'è niente di più bello al mondo delle famiglie numerose. E la mia è più ricca da quando ci sei tu. Ti voglio bene amica mia, dormi bene.

    RispondiElimina
  4. Carla, ti invidio bonariamente...Da troppi anni sono assente dai corsi di Santin ma spero di rifarmi presto.

    Ale: Sei un bijou.....

    RispondiElimina
  5. interessante questo libro, non conoscevo nemmeno l'altro. andrò in libreria. Grazie. un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Non mi sento all'altezza di questo libro...vedere la bellezza e la perfezione dei tuoi dolci mi basta però per capire che genio è Santin e quanto sei speciale tu.
    I tuoi sottofondi musicali poi....sei il mio relax preferito...ma te l'ho già detto vero??? :-)
    Un bacione con affetto!

    RispondiElimina
  7. All'altezza? No, no.....Santin fa i libri in modo cosi "semplice" che basta solo mettersi a farli...con umiltà, certo! Non tutto viene al primo colpo....Ma vedrai che soddisfazioni...

    RispondiElimina
  8. Lo comprerò anch'io.Maurizio l'ho conosciuto all'inaugurazione del rist. di una mia cara amica,è molto simpatico.

    RispondiElimina