lunedì 13 giugno 2011

Le Petit Antoine

Infine, l'ho trovato il coraggio di far fondere il cioccolato, temperarlo e far venir fuori dei rettangoli. Il dolce era in freezer da più di due settimane e ogni volta che mia sorella veniva a trovarmi..." Ma non l'hai ancora finito il tuo dolce al cioccolato?"..." No, devo fare i rettangoli di cioccolato..."..." Ancora?!?".....
Come spiegarle che la sola idea mi procurava un tale livello di inibizione da bloccarmi le mani e ogni velleità  di provarci?
Finché, venerdi sera, mi sono buttata. Forse la stanchezza accumulata durante tutta la settimana ha avuto la meglio e mi son detta che, in fin dei conti, se non ci provavo, quei rettangoli non li avrei mai visti nascere....

Venerdi li ho fatti, sabato li ho rifiniti, domenica ...domenica, cioè ieri sera, è stato il giorno fatidico.
Santi Numi, c'è ancora di che lavorarci. E mica sono sicura che la tecnica sia quella giusta...certamente, in una pasticceria francese  si armeranno di righelli e taglierine in acciaio..ma io mi sono arrangiata come ho potuto e.....

Alla fine, eccolo il mio Petit Antoine tanto sospirato!

Le Petit Antoine
( da Verrines et Petits-Gateaux di Stéphane Glacier-Gaetan Paris)



Per 18 desserts monoporzione


Per il croccantino alle nocciole

 90 g di pralinato alle nocciole
 35 g di cioccolato al 60-65%
85 g di pailleté feuillettine


Fondere il cioccolato in micro-onde. Unire il pralinato di nocciole e la feuillettine ridotta in briciole. Collocare un foglio di acetato sopra un vassoio che possa entrare in freezer. Poggiare una fascia in acciaio quadrata di 24x24 cm. Rivestire i lati con delle strisce, sempre in acetato. Stendere uno strato croccantino di pochi mm sul fondo della fascia e riporre in freezer a congelare.

Per la dacquoise alle nocciole

100 g di zucchero al velo
100 g di farina di nocciole tostate
125 g di albumi
1 g di cremor tartaro
30 g di zucchero semolato
50  g di nocciole tritate e tostate

Unire la farina di nocciole e lo zucchero al velo. Versare gli albumi nella ciotola della planetaria ( oppure, in una normale ciotola se si ha un frullino a mano), unire il cremor tartaro e la metà della dose di zucchero. Montare e aggiungere progressivamente la seconda parte dello zucchero fino ad ottenere una meringa soda e lucida. Incorporare con una spatola il TPT di nocciole con grande delicatezza, lavorando dall'alto verso il basso per non smontare l'impasto.
Stendere la dacquoise in strato di circa 1 cm in una teglia, distribuire le nocciole tritate, spolverare con zucchero al velo. Attendere pochi minuti e distribuire  ancora dello zucchero. Infornare a 170°C in forno ventilato oppure a 220°C in forno statico e far cuocere per circa 20'. Far raffreddare e ritagliare dei pezzi delle dimensioni della fascia.

Per il cremoso al cioccolato

300 g di panna fresca
60 g di tuorli
30 g di zucchero semolato
100 g di cioccolato al latte
100  g di cioccolato fondente al 60-65%


Far fondere i due tipi di cioccolato al micro-onde. Scaldare la panna fin quasi al bollore. Mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere 1/3 della panna e mescolare. Completare con la panna restante e portare la crema alla temperatura di 82-85°C. Setacciare, versare in tre volte la crema sul cioccolato eseguendo dei movimenti circolari dal centro verso l'esterno.

Per la chantilly di cioccolato al latte

250 g di panna fresca
90 g di cioccolato al latte

Far fondere il cioccolato al micro-onde. Far raggiungere il bollore alla panna, versarla sul cioccolato in 3 volte lavorando dal centro verso l'esterno per una perfetta emulsione. Passare al setaccio e conservare in frigo per 12 h. Montare quindi in modo fermo.

Per i rettangoli di cioccolato



Ritagliare dei rettangoli di acetato di 8x4 cm. Temperare del cioccolato al latte. Con una spatola velare la superficie di ogni rettangolo in modo omogeneo e sottile e capovolgere su un foglio di acetato. Far solidificare. Con un coltellino affilato rimuovere l'eventuale eccedenza di cioccolato. Munirsi di guanti e staccare l'acetato dai rettangoli lavorando celermente per non rischiare di far liquefare il cioccolato. Conservare in frigo.


Montaggio del dolce





Riprendere dal freezer la fascia in acciaio. Stendere sul croccantino un esile strato di cremoso al cioccolato, farvi poggiare la dacquoise  e poi versarvi la restante parte del cremoso. Livellare e riporre in freezer per un parziale congelamento. Estrarre il dolce dalla fascia, pareggiare i bordi, tagliare in rettangoli di 8x4 cm e rimettere in freezer fino al completo congelamento.
Sistemare un rettangolo di cioccolato sulla superficie di ogni monoporzione. Versare la chantilly al cioccolato in una sac à poche munita di beccuccio liscio da 6 mm e distribuire delle semisfere in doppia fila sul rettangolo di cioccolato. Ricoprire con una seconda fascia di cioccolato. Velare la metà della monoporzione con dello zucchero al velo. Disegnare una rosetta di chantilly al centro del dolce. Decorare con un ricciolo di cioccolato ed un frammento di carta oro alimentare.

34 commenti:

  1. wow !!! questo deve essere davvero sublime !! peccato che c'è da temperare il cioccolato :( questa operazione è un 'incubo per me! sing ...

    RispondiElimina
  2. Pin, meraviglia!
    come ho scritto su coqui, io posso solo creare una petite fra (dopo minifra)... non riuscirei mai neanche ad avvicinarmi a cotanta perfezione!!!

    RispondiElimina
  3. dolce meraviglioso,ma alquanto elaborato per me,magri riuscissi a fare un dolce simile,è bellissimo

    RispondiElimina
  4. L'unica cosa di pazienza è fare i rettangoli...Tutto il resto è veramente facile e puo' essere svolto in piu' sedute senza problemi...credetemi!

    RispondiElimina
  5. Fra...tu si che hai fatto due capolavori.....

    RispondiElimina
  6. Quando si dice perfezione!!!!!!

    Complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  7. deve essere proprio buona!ciao!

    RispondiElimina
  8. ma questa e' alta pasticceria!Complimenti!

    RispondiElimina
  9. questo è degno delle vetrine delle migliori pasticcerie! che invidia!!! bravissima!
    sere

    RispondiElimina
  10. Praticamente perfetto Pinella!
    Me lo segno e prima o poi provo a farlo anch'io ;-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  11. Pinella, ma è una meraviglia! mi piace da matti quell'alternanza di sapori e consistenze! Ma è proprio obbligatoria la "malefica" foglia di cioccolata? l'ho anche vista fare da santin che ha temperato ad occhio (il sant'uomo) ma rimane il mio brutto babau...
    ciao

    RispondiElimina
  12. Eh...si...senza la sfoglia, è un'altra cosa. Non per niente uso il termine Magic per Santin....

    RispondiElimina
  13. ciao,aspetto sempre i tuoi dolci..sei veramente bravissima!!ciao ilaria

    RispondiElimina
  14. pinella, sarà ancora da perfezionare la tecnica di produzione della foglia di cioccolato... ma il tuo dolce è magnifico!

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Per me è questa la perfezione... sono meravigliosi, bravissima

    RispondiElimina
  17. Posso solo ammirare estasiata! :)

    RispondiElimina
  18. Con questa meraviglia hai davvero superato te stessa!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  19. Ti seguo da molto, i tuoi dolci sono meravigliosi, ma penso che questo tu ti sia superata!!!

    RispondiElimina
  20. Forse è stata l'attesa...il tempo è una variabile strana....Grazie a voi tutti!

    RispondiElimina
  21. ma..le tue sono opere d'arte!
    ciao
    cinzia

    RispondiElimina
  22. me ha encantado es una verdadera delicia,cariños y abrazos grandes.

    RispondiElimina
  23. No, no..magari fossero perfetti i tranci....certo! all'inizio credevo che non ci sarei riuscita per nulla...è proprio vero che con la pazienza....Gracias Rosita, tu es muy carinosa....

    RispondiElimina
  24. bellissimi, perfetti, quanta delicatezza...

    RispondiElimina
  25. Mamma mia, veramente opere d'arte, manco il mio pasticcere di fiducia... Davvero complimenti

    RispondiElimina
  26. Ammiro da tanto la tua arte Pinella!!
    Sono rimasta senza parole!! Questa preparazione è da manuale...

    Assunta

    RispondiElimina
  27. Grazie ancora a tutti..............

    RispondiElimina
  28. questa è proprio alta pasticceria!! Fantastica preparazione e fantastico risultato!

    RispondiElimina
  29. carissima Pinella ti seguo da sempre i tuoi capolavori sono sempre magnifici...perfetti!!
    davvero complimenti di cuore!!
    scusa la mia ignoranza...vorrei provare a farli...(so che non verranno mai come i tuoi...non ho speranze...)l'unica cosa che non ho e non so neanche cos'è e dove posso trovarlo è pailleté feuillettine...
    ...sapresti aiutarmi...?!
    sapresti spiegarmi cos'è e se può essere sostituito da un'altro ingrediente?! o dove posso comprarlo?
    grazie mille un abbraccio e un mega grazie x le stupende ricette che ci regali ogni volta!!=)

    RispondiElimina
  30. Eccomi! Si tratta di frammenti croccanti di cialde. Io ho consumato quelli presi a Parigi ma adesso trovo al market les Gavottes o Crepes Dentelles. Le sbriciolo e ci faccio les feuillettines. Guarda questo link: http://www.gourmetsleuth.com/Dictionary/P/Paillete-feuilletine-6611.aspx.



    E queste sono le Crepes dentelles:
    http://www.theitaliangourmetshop.com/pages/store/skudetail.nhtml?profile=gavottescrepesdentelle125gr&uid=10645&catuid=10636&returnURL=http%3A//www.theitaliangourmetshop.com/gavottescrepesdentelle125gr

    RispondiElimina
  31. grazie mille Pinella!!=) sei sempre gentilissima!!=) io tra 2 settimane vado per la prima volta a Parigi (ovviamente non ne vedo l'ora sono esaltatissima!!=)mi sono presa tutti i post tuoi su Parigi!!=)
    posso chiederti dove prendi pailleté feuillettine a Parigi..? se ti ricordi l'indirizzo.....così già che son lì le prendo!!=))) e magari hai altri ingredienti (oltre al pralinato) da consigliarmi da prenedre a Parigi?!un pò particolari diciamo che qui si farebbero fatica a trovare....!o altro...!grazie mille e scusa se ne approfitto!!=)
    sei davvero gentilissima!=)
    buona giornata valentina

    RispondiElimina
  32. mhhhh quanto mi ispirano le Crepes dentelles!!!!=))) gnam gnam!!=D
    l'altro indirizzo invece non riesco a vederlo caspiterina...ma anche le Crepes dentelles vanno benisssssssssimo!!=)
    grazie ancora!!

    RispondiElimina