lunedì 9 maggio 2011

Oui, Je suis une macarroniste....

Non mi si chieda il perché, stasera, di questo post. Non era nell'aria. Non era nei miei pensieri.
Ma pensavo che sono cosi rari i momenti di gioia...si, gioia...che felicità è una parola grossa e non si può usarla  cosi, cosi facilmente, intendo.
Pensavo a questi giorni senza dolci. Pensavo che stasera inserire un cremoso al cioccolato e vaniglia in un quadro d'acciaio da 1  cm d'altezza può dare un momento di serenità. Come se quel dolce che sto andando a costruire fosse già nato. Fosse li, pronto da rimirare. E, invece, è tutto dentro la testa.

Senza la fantasia non so cosa  sarei. Senza il colore non so cosa sarei. Senza l'entusiasmo non so cosa sarei. E allora, è venuto di getto questo post su Coquinaria, stasera. A chiedermi dove sono finiti i miei ultimi macarons . Che li ho fatti e sono rimasti li, in attesa.

Ma che si può forse dimenticare un macaron?

Oui, Je suis une macarroniste.

Il titolo del topic dice tutto. Ossia, faccio parte,con grande ardore e sprezzo del pericolo delle amanti dei macarons. Si, proprio amanti.....Pazzescamente amanti. Indissolubilmente amanti.
Ma vi diro' di piu'.
E', senza alcuna ombra di dubbio, il dolcino che preferisco. Santi Numi, me lo sono chiesto un sacco di volte il perchè.
Sono colorati. E solo io so se ho bisogno di vedermi colore intorno. Un caleidoscopio di colori. Uno spettro di colori. Tutti i colori. Il piu' possibile colori.
Sono piccoli. Piu' carino dire " Petits". Pitticcus.
Sembrano innocui. Incapaci di somministrare felicità. Gaudio sarebbe forse il termine piu' adatto. Felicità, in fondo, è una parolona.
Sono cosi piccoli e innocui che mettermi il vassoio davanti con le gambe sollevate ad incrocio sull'angolo del tavolo rappresenta un'esperienza quasi indimenticabile.
Sono fantasiosi. In questo regno di grigio finalmente qualcosa che ha del fantasioso.
Infiniti modi di farcire. Tutti i modi possibili di farcire. Si è mai sentito qualcosa di simile per altri dolci? Una si mette li una sera e decide che dentro quei due gusci ci puo' stare per intero una fetta di mondo possibile.
Sono buoni. ..
Fosse facile definire il buono. Buono per Savita-Sole il gusto al caramello salato. Buono per Giuliana il gusto al caffè. Buono per me il gusto al Campari.....Buono per mia nipote Eleonora quello al cioccolato.
Tanti gusti....tante persone....Tanti modi di vedere le cose....

Oui, Je suis absolument une macarroniste.

Mi piace il colore. Mi piace la differenza. Mi piace la fantasia.
Qualcuno vuol far parte del club, s'il vous plait?
Ogni partecipante del club è libero di dichiararlo.
Di dire qual'è il suo macaron preferito. Quale colore lo fa andare in visibilio. O lo farebbe andare in visibilio se....
Di fare una foto. Di esprimere un desiderio. Di volerlo regalare a qualcuno. Forse anche a se stessi.
In questi tempi in cui tutto finisce. Tutto si consuma. Tutto viene a noia. Tutto....Uffa!ma ancora c'e' chi parla di macarons?

Oui, Je suis une macarroniste.

Shumi, come si dice " Macarroniste nel profondo dell'anima"in francese corretto?

Macarons façon Zuppa Inglese



Cosa ci vuole?

Pochissimo.
La solita Pate à macarons. Magari con un nulla di biossido di titanio.
Un po' di fantasia che quella non deve  mancare. Specie al momento di fare un punto rosso alla giapponese.
Una crema pasticciera che sappia di buon limone.
Una  perla di gelatina d'alkermes.....



Forse un filo di gelatina d'alkermes.....



Oppure...Oppure...un piccolo pezzetto di savoiardo inzuppato in....Si...forse....

15 commenti:

franci e vale ha detto...

Sono una meraviglia questi macarones....anche io sono del club, anche se a questa perfezione non ci arrivo neanche...!!!! Ciao, franci

Irene ha detto...

Je suis aussi une macarroniste...macarons, toujours macarons...al cioccolato, con una fresca, leggerissima orange curd. Il mio primo viaggio in quel mondo incantato scoperto grazie al tuo splendido blog e alla tua passione travolgente, ed è stato Amore.

Patty ha detto...

Io mi sento come un corteggiatore che osserva rapito il suo idolo amoroso da reverenziale distanza. I macaron sono e restano per me l'apice e la perfezione della pasticceria, il boccone sublime...ne basta uno ed e' l'estasi (anche se poi fermarsi e' difficilissimo). Tu sei un'artista, non ho altre parole. Tu fai vivere i macarons. Stupendi, un abbraccio, Pat

stefania ha detto...

Siii! ADERISCO!
E concordo con Patty: fermarsi è difficilissimo!
Ogni nuovo macaron aspira ad essere un microcosmo perfetto.
In 4,5 centimetri di diametro tu, appassionato macaroniste, puoi narrare come ti piace un pezzo della tua storia.
Un macaron è in grado di tradurre e racchiudere citazioni erudite che attingono al patrimonio culturale delle tradizioni gastronomiche ma può anche essere, al contrario, uno stupefacente parto istintivo fondato soltanto sul principio del qui ed ora.
"Ed è bellissimo perdersi in questo incantesimo, o...o..."

elenuccia ha detto...

Che meraviglia!! la gelatina di alchermes è veramente quel tocco in più che fa di una ricetta un vero capolavoro. Bravissima!

Ho provato i tuoi frollini al cacao, sono davvero deliziosi.

Ilaria ha detto...

Direi che sei la Regina indiscussa dei Macarons.Bellissimi! I migliori del web,bravissima! ilaria

Pinella ha detto...

Wow!!!
Ma che bei commenti.....si, dentro ogni macaron si racchiude un mondo. Noi, in un piccolo dolce, possiamo esprimere il mondo che abbiamo dentro. Possiamo scatenare la fantasia. Possiamo farci brillare gli occhi....
E chi ci tiene piu'?

arabafelice ha detto...

Una macaroniste? No, Pinella.
LA macaroniste.

Un bacione.

ValeVanilla ha detto...

concordo con arabafelice... ti eleggo: regina dei macarons!!!!

Your Noise ha detto...

Per creare cose belle bisogna essere belli dentro. Ho sempre fermamente creduto in questo e me ne convinco leggendo le tue parole e osservando le tue preparazioni. Sempre complimenti, sei bravissima :)
Agnese

(ti leggo sempre ma commento poco perchè ho la connessione che mi fa impazzire!)

Valeria ha detto...

Come sarebbe, "non so il perché di questo post, stasera"? Massì che c'è un motivo...una sacrosanta reazione al mio disfattismo anti-macaronico. ;-)
Sai forse che cosa c'è? Ci abita mio fratellino, a Parigi. Gli sono legatissima. Manca da un anno, ce ne starà altri due, e poi forse andrà ancora più lontano e allora...allora, quando posso andare lì...cerco di fare vita quotidiana. E sono tipo da perdersi più per il fatto che lì le pere sono diverse da quelle che trovo qui, e anche il latte, il burro, e l'insalata, e le scarpe delle ragazze, e la musica in metro...e allora, in mezzo a tutto questo, forse i macaron un po' si perdono.
Ma mi hai detto che mi vuoi lo stesso un po' di bene, e questo è l'importante. :-)

Pinella ha detto...

No. Non sarebbe nato forse ieri, questo post. Sarebbe nato oggi. Forse. Oppure.... forse ....domani. Il fatto è che ogni tanto ti arrivano messaggi. E alcuni ti colpiscono. Ti si inchiodano in fronte come sprazzi di luce. Obbligandoti a chiederti chi tu mai possa essere.Cosa mai ti possa inchiodare..
Dici che tu sei stata il via?...Non lo so...Forse...Se mai lo fossi stata, ti vadano tutti i miei ringraziamenti per avermi fatto capire che...in fin dei conti...sono solo una "macarroniste"....

Gambetto ha detto...

Riuscissi io ad essere "solo un macarroniste" come te...avrei il forno acceso h24 :P ehehehehehe
Scherzi a parte davvero complimenti...:)

Profumo di cose buone ha detto...

Ciao! ho visto che sei bravissima a fare i Macarons! una mia amica ed io vorremmo provare ma..c'è un problemino...sono allergica alle mandorle! hai qualche suggerimento per variare la ricetta?

grazie!

Pinella ha detto...

Santi Numi...allergia alle mandorle?!? no...come sia fa a farli senza le mandorle?!? Je suis desolée....