domenica 8 maggio 2011

A' la recherche du sucre vergeoise brune....

Peccato non averlo avuto sottomano solo una manciata di giorni prima, il Vergeoise brune...Dalla texture moelleuse et fondante...


Tanto di quel tempo a cercarlo. Cosi tanto che, negli anni, non ho potuto far altro che soccombere al destino e provvedere alla sostituzione con altri tipi di zucchero, quasi uguali.
Quasi.

E quando ormai la ciotola di cristallo era colma di fragranti speculoos, quando ormai il ciambellone era già accomodato su un piatto bianco e ricoperto di carta lucida e trasparente...ecco che arriva lei, la mia amica Savita.
Arriva per quella festa attesa per tutto un anno.Un lungo anno.
E, ancora lì, al momento di salire per i primi gradini  della scala, mi porge un pacco colorato. E' proprio lui.
Il mitico Vergeoise brune.
Lo rigiro incredula tra le mani con un istinto insopprimibile di ultimare la rampa di scale e precipitarmi in cucina , tirar fuori, farina, burro, cannella.....

Esistono talvolta delle combinazioni particolari. Cose che si concatenano come perle di una collana. E adesso sono qui a guardarlo, il Vergeoise, con un timore infantile che finisca..."Se lo uso poi finisce..." Come quando ero piccola e cercavo di custodire le tre monete d'argento ricevute in dono il giorno del mio compleanno...Per poi, esplodere e spenderle tutte insieme in una gioia irrefrenabile....
Credo che farò cosi anche con il Vergeoise......

Speculoos
(estratta da Il Cavoletto di Bruxelles)



550 g di farina 00
400 g zucchero vergeoise bruno (in alternativa zucchero scuro di canna)
225 g di burro
3 cucchiai di cannella ( oppure a piacere)
70 g di latte
15 g di bicarbonato di sodio

Versare nella ciotola il burro morbido a dadi. Aggiungere lo zucchero e rimescolare con la frusta K del Kenwood per ottenere un impasto omogeneo. Setacciare la farina con il bicarbonato e la cannella. Aggiungere tutto all'impasto e regolarne la consistenza unendo a poco a poco il latte. Avvolgere la pasta in un foglio di carta forno e conservarlo in frigo per alcune ore. Velare il ripiano dell'asse con un po' di farina. Stendere l'impasto ad un'altezza di 1/2 cm e ritagliarne dei biscotti usando coppapasta ovali, quadrati e tondi. Riporli sulle teglie rivestite di carta forno tenendoli ben distanziati perché crescono molto in cottura.  Imprimere la dicitura "Speculoos" sulla superficie dei biscotti.
Accendere il forno a 160°C. Infornare i biscotti per circa 15 minuti. Lasciar raffreddare e conservare in scatole di latta.

Certamente, non mancate di utilizzare questi biscotti per rifare la ormai collaudata Pate à speculoos che avete visto di recente....Ma, i deliziosi biscotti si prestano ad una molteplice varietà di utilizzi..
Girovagando in rete, mi sono imbattuta in un Fondant aux Pommes che non ho fatto giusto per un caso fortuito...Ma mi ha dato la possibilità di sperimentare una variante di ciambellone che ha ottenuto da un mio carissimo amico entusiastici commenti e....anche suggerimenti molto interessanti!

Insomma, il ciambellone allo yogurt di antica memoria è diventato...

Ciambellone allo yogurt, speculoos e mele caramellate




2 vasetti di yogurt
6 vasetti di farina
4 vasetti di zucchero
6 uova medie
2 vasetti di olio di arachide
2 bustine di lievito
6 mele golden medie
100 g di speculoos

Eliminare la buccia alle mele e tagliarle a dadetti piccoli. Versare la frutta in una padella insieme ad una noce di burro e qualche cucchiaio di zucchero. Far appassire le mele e proseguire la cottura finché i dadini di frutta sono dorati, quasi caramellati.
Versare lo yogurt nella ciotola della planetaria insieme allo zucchero. Aggiungere la farina setacciata in precedenza con il lievito, le uova, uno alla volta, quindi, l'olio. Passare i biscotti al mixer in modo da ridurli in polvere.
Versare l'impasto in uno stampo a ciambella imburrato ed infarinato. Infornare a 180°C finchè il ciambellone supera la prova dello stecco. Spolverare con abbondante zucchero vanigliato.

13 commenti:

Ago ha detto...

Cara Pinella, anche io sono alla ricerca, ormai da un bel pò di anni, della vergeoise brune, ma anche dello zucchero perlato belga...non so dove andarli a prendere...:-((( forse in Svizzera, chissà...la prossima volta che ci andrò guarderò meglio, ma fino ad ora la ricerca è stata vana :-(

Silvana ha detto...

Pin, ho mostrato al "carissimo amico" questo post: è qui che gongola....

ELI ha detto...

...a proposito di cose introvabili: io sono della tua città ed ho grosse difficoltà a trovare ingredienti particolari (es.ossido di titanio) o attrezzature (..termometri?), tu dove ti fornisci per le tue "creazioni"?
GRAZIE PER IL TUO BLOG! E' UN PIACERE VISITARLO...E NON SOLO PER LA "PANCIA"!!!
ELI

Pinella ha detto...

Abbiamo deciso, Shumi, che il nostro uomo del lago deve riavere il suo ciambellone con 6 mele?
Occorrerà trovare il sistema per farglielo riassaggiare....

Pinella ha detto...

Eli, ho paura che il biossido di titanio non lo possa trovare....Io l'ho sempre comprato a Parigi.Pero' puoi chiedere da Linea Carta se te lo possono ordinare..
Per i termometri chiede da Linea Carta anche se io l'ho comprato a Milano da Medagliani. Compro molto in Internet oppure qui in città da Linea carta, a Monserrato.

Francesca_lasuafra ha detto...

Pin, anche con un "semplice zucchero" sei strepitosa!

Montgomery ha detto...

Ciao Pina, ti seguo da una vita, le tue ricette sono ricercate e fantasiose come piacciono a me... E il tuo tocco francese è adorabile!
Ho visto che ultimamente, compresa questa, hai proposto ben 3 ricette per gli Speculoos, al che ti chiedo, qual è la migliore? Dai, consigliamene una, sto attenta alla linea, non posso provarle tutte e tre! =)
Un bacio!

Pinella ha detto...

Ciao!! allora, questa ricetta consente di ottenere dei biscotti molto simili ai LOTUS caramelized. Quelli di Felder sono ottimi lo stesso!!! Per ora fai questi ...la prossima volta....

Blueberry ha detto...

buooono il ciambellone, questa ricetta è tanto semplice e versatile quanto ottima e intramontabile!

mella ha detto...

ciao, ho comprato a Lille il famoso Saveur Vergeoise Brune e ora non so come usarlo. sulla confezione ho trovato una ricetta La tarte aux poires e proverò a fare questa ma se ne hai altre... sarò ben lieta di provarle. Grazie

Pinella ha detto...

Se io l'avessi ci farei cosi tanti speculoos....Non ho granchè come ricette ma posso nformarmi. Ciao!!

Pasticciona ha detto...

Ciao, mi dici come hai fatto ad ottenere i nomi ben impressi sopra i biscotti?? io ho acquistato il taglia biscotti con le lettere per fare le scritte, ma una volta cotti la scritta sparisce!!

Pinella ha detto...

Tieni i biscotti in frigo un paio d'ore prima di infornarli...