martedì 30 novembre 2010

Un biscotto che faccia sognare un pò d'azzurro.....

Il cielo è cosi livido e gonfio di pioggia che solo un miracolo può rasserenarlo. Solo un fatto eccezionale.... di cui peraltro ho serie difficoltà a prevederne  il realizzarsi ....può suggerirgli che, anche se prossimi all'inverno e con le giornate cosi corte che  iniziano e terminano in un battere di ciglia,  non è il caso che pianga cosi ininterrottamente.

Anche perchè nessuno di noi è in grado di dargli conforto. Nessuno  può convincerlo che di certo molto presto....quasi non ci si accorgerà neppure....si sentirà nell'aria profumo di risveglio. Si vedrà il primo rametto di mimose, si cominceranno a cogliere i primi asparagi, si faticherà ad andare alla ricerca di un paio d'arance per fare quella bavarese che ti piace cosi tanto.

Ci si deve sostenere con la pazienza. E con la speranza del futuro.
Anche quando sei frustrata da una miriade di goccie gelide che si infilano sotto il bavero dell'impermeabile ed i piedi sprofondano nelle pozzanghere che fa diventare inevitabile il sollevare gli occhi verso il cielo nella speranza che si possa tirare come una coperta fino a squarciare le nuvole metalliche e dense e opache. Per  guardare, infine, l'azzurro dell'aria  ed  il bagliore del sole ed  il bianco intenso delle nuvole come succede quando andiamo da qualche parte, in aereo.

E non vorresti arrivare mai. Come fosse un sogno.

Affidiamo ad un biscotto la magia dell'attesa. Ci possa aiutare il rosso dei lamponi. Il giallo, come di spiga matura, dell'albicocca. Il profumo di  una stordente vaniglia. Il sapore del burro e dello zucchero.

Che sia più facile l'attesa?

Nel mio ultimo viaggio a Parigi mi sono imbattuta in un bel  libretto di Jean-Luc Sady che si chiama " Craquez pour le sablés.".....si, ormai di fronte ad una leccornia niente rende meglio l'estasi che ci coglie della parola Craquer che usano i francesi...
Celestiale.
E sfogliando ansiosamente le pagine, sono caduta in un delizioso biscottino che cercava di riprodurre i famosi biscotti PiM'S ai lamponi...fragole...ciliegie, insomma con qualcosa di perdutamente rouge! Ma non solo, naturalmente...

Si da anche il caso che mi prenda la voglia di provare una sablée di Christophe Felder...avevo, a dire il vero, pensato di farci delle tartellette...ma stranamente ed inspiegabilmente sono rimasta senza panna  e....


Fonds de tartelettes en pate sablée
(da Les Mignardises de Christophe)


Ingr:

150 g di farina 00
1 punta di coltello di lievito chimico
75 g di burro morbido
75 g di zucchero semolato
1 tuorlo
1 cucchiaio d'acqua
mezza bacca di vaniglia oppure un aroma a scelta (limone, arancio)
un pizzico di sale

Setacciate la farina con il lievito. Versate la polvere in planetaria e aggiungete lo zucchero ed il burro morbido a pezzetti. Impastate fino ad ottenere una pasta sabbiosa, aggiungere l'interno della mezza bacca di vaniglia e il tuorlo. Impastate velocemente ed eventualmente aggiungete un cucchiaio d'acqua nel quale avrete sciolto il sale. Formate un panetto che avvolgerete in pellicola oppure in carta forno e farete riposare per un paio d'ore al fresco.
Stendete la sablée su un ripiano leggerissimamente infarinato, ad un'altezza di 1/2 cm e ritagliate con un coppapasta smerlato dei dischi di circa 6 cm di diametro.Sforacchiateli con i rebbi di una forchetta ad impedirne l'eventuale rigonfiamento.
Infornate ad una temperatura di 170-180°C per circa 10-15 minuti. Giusto il tempo che assumano una colorazione dorata. Fateli raffreddare completamente.



Per i biscottini:

Confettura di lamponi o di ciliegie
Confettura di albicocche
Glassa pronta al cioccolato
Semi di sesamo
Poco cioccolato fondente


Sistemare i biscottini su una gratella. Sciogliere la glassa al cioccolatoo in modo che sia molto fluida. Deporre un cucchiaino di confettura di lamponi al centro del biscotto cercando di creare una sorta di disco.Ricoprire con un cucchiaio di glassa facendola colare completamente. Spolverizzare con semini di sesamo. Far raffreddare completamente. Per quelli all'albicocca, ripetere la stessa procedura ma omettendo i semi di sesamo.Prepare un cornetto con un triangolo di carta forno. Sciogliere al microonde un pò di cioccolato fondente. Inserirlo nel cornetto e tracciare una spirale che, una volta raffreddata, riempirete con un velo di confettura oppure gelatina  di albicocca.  


Come? Non avete confettura di lamponi? Neppure d'albicocca? E...frugate in dispensa. Magari ne avete un pò d'arancia....o di mandarino...oppure di fichi....Si sposano tutte cosi bene con il cioccolato!

19 commenti:

raffy ha detto...

che buoni...segno subito la ricetta così li provoooooooo!! posso uno intanto?

Vanna ha detto...

Pinella ti adoro! Questi biscottini finiranno sicuramente nei miei sacchettini Natalizi e grazie a te farò di sicuro un figurone ...intanto mi faccio qualche prova e conseguente assaggio!

giulia pignatelli ha detto...

Pinella, un dolcino di questi fa passare qualsiasi malinconia ;)

Patricia ha detto...

Una delizia, questi biscottini sono davvero meravigliosi! Secondo te, posso mettere la marmellata di arancie amare? con il fondente mi piace troppo!
Grazie di questa ricetta:)
Pat

Cristina ha detto...

pinella il biscotto nella prima foto è da urlo!

Barbara Palmisano ha detto...

sembrano deliziosi!

lo81 ha detto...

Questi biscotti sono una meraviglia, golosissimi! Ne prendo uno!

Pinella ha detto...

La marmellata d'arance amare? Credo possa raggiungere il sublime....

Cranberry ha detto...

uau che bellezza di biscotti!
Sono proprio una goduria.Non sembrano proprio semplicissimi, quindi per ora mi rubo i tuoi!:P
Un baciotto e a Dicembre!!

Stefania ha detto...

Credimi sono rimasta incantata da questa delizia sei davvero molto ma molto brava, una buona giornata

Sayuri ha detto...

ciao! volevo invitarti a partecipare alla raccolta sui dolci da regalare agli amici a natale...http://japanthewonderland.blogspot.com/2010/11/la-nostra-prima-raccolta-regalo-di.html
passa a dare 1 sguardo se vuoi! ciao! ^__^

Morena ha detto...

Eh già..in questi giorni il cielo è così arrabbiato che deve continuamente riversare tutta l'acqua che contiene..ormai ci siamo dimenticati quel bell'azzurro intenso, il sole con il suo calore e qualche bianca nuvoletta..speriamo passi presto questo periodo di pioggia..ormai siamo proprio stanchi..
ma nulla si può dire di questo delizioso biscotto che non avevo mai visto, ma che mi attira incredibilmente verso il frigo alla ricerca del burro...Confetture?..marmellate?..certamente non mi mancano..compresa la gelatina di more e quella di more di gelso..
Non mi sfuggiranno!

Morena

Ely ha detto...

ohhhh sono i miei preferitiiiiiiiiiiii e qui la ricetttttttttttttttttaaaa che meraviglia! grazie!!!!!

Pinella ha detto...

Deliziosi biscottini, a detta delle mie sorelle....E anche secondo la mia colazione di stamattina...Con i giorni acquistano morbidezza ed è un gran mangiarli con una buona tazza di the.....

Moscerino ha detto...

pinella, io non commento spesso da te, ma ti seguo e adoro le tue creazioni, mi piacerebbe essere brava anche solo la metà.
Questi biscotti con quella marmellata nascosta sotto la glassa al cioccolato sono fantastici! posso rubarteli per i regali di Natale????

Pinella ha detto...

Altrochè mia cara...io li rfaro' presto e sto pensando anche di farcirli con delle ganaches. Come faccio con i macarons...è una idea carina, non credi?

franca ha detto...

che bello posso fare questi pasticcini in casa,le compro sempre perchè mi piacciono molto, e proprio per il loro ripieno di marmellata che li rende particolari,bhe!!che dire,
grazie della ricetta :)
ciao a presto

Ramona ha detto...

Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

Francesco ha detto...

ma che meraviglia proverò a farli brava chef