lunedì 7 giugno 2010

La colpa è di Luigi Pomata...

Si. E' colpa sua. Esattamente dello chef Luigi Pomata.
Io stavo pensando di fare dei macarons....si, ancora macarons!.....nuovi stavolta....e lui mi viene a raccontare di certi  assaggiati a Cannes, durante l'ultimo Festival du Cinema.
Strabilianti, dice. Meravigliosi, aggiunge. Una roba da follia, credo pensi.
Ma come?

Bisogna andare in Cote d'Azur per mangiare dei macarons au caramel  au beurre salé? E qui, che si sta a fare?

Non finisce neppure di raccontarmi che già tutti i circuiti elettrici si mettono febbrilmente  in funzione...
Assaggio una fettina di tonno e penso: " Li ho già visti i macarons cosi fatti. Dove li ho visti? "
Assaporo una forchettata di linguine e...."Come saranno fatti?
Mi butto su un piatto di sushi...senza gamberi...senza gamberi...e rifletto:" Ma, si...mi pare che...Ma certo!"
Nei giorni seguenti  scartabello. Frugo. Analizzo.Sfoglio. Provo.Confronto. Assaggio. Faccio assaggiare. Ma..ogni volta...non è ancora quel caramello con tanto burro di cui parla lo chef....

Fino a che.....
Lo sapevo. Lo sapevo che il magico Christophe Felder doveva averci scritto qualcosa.

Ah, les francais!

PS: Si, ho scritto proprio colpa. E non poteva essere altrimenti.  Cioè...forse non è che c'entri proprio ma....Ma vi pare che si debba fare una ciotola di caramello salato proprio il 1° giorno di dieta senza il minimo sentore di carboidrati? E  che non si possa , proprio non si riesca, a non assaggiarne almeno un cucchiaino?

Caramel au beurre salé
(da Les macarons de Christophe)



280 g di zucchero semolato
130 g di panna liquida fresca
200 g di buon burro salato

Versare alcune cucchiaiate di  zucchero in un tegame su un fornello regolato a media intensità in modo che si raggiunga bene lo stadio di caramello. Quando lo zucchero è diventato di un colore biondo e il caramello è pronto, continuare ad aggiungere lo zucchero a cucchiaiate fino a quando tutto lo zucchero è diventato un bel caramello. A questo punto, versare con attenzione la panna calda, controllare che il caramello si sia ben sciolto e che la temperatura non abbia superato i 108°C. Togliere dal fuoco, aggiungere il burro in dadi. Il burro si scioglierà al calore del caramello. Quindi, con un mixer ad immersione, lavorare bene la crema. Far intiepidire e conservare in frigo.

NOTA: Io ho deciso di utilizzare il caramello salato per farcire dei macarons. Ma nulla vieta di usarlo per assemblare dei biscottini di pasta frolla oppure di velare un buon gelato di crema oppure...oppure....
quante volte si può scrivere oppure?

34 commenti:

pasqualina ha detto...

Che buono Pinella!!
Questo caramello è un vero attentato!
Dato che i macarons non sono alla mia portata penso di farlo e farcire gli occhi di bue. Che ne pensi??
Un abbraccio, Pasqualina

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

ora questo lo rifaccio nella patria del dulce de leche ecco !

Ciboulette ha detto...

mai fatto per paura di fare uno dei miei soliti disastri con il caramello :)

Sei peggio di me! Anche io ho voglia di cucinare cose ipercaloriche (anche) in piena dieta :)

elenuccia ha detto...

oddio cosa vedono i miei occhi....questo caramello sembra una delizia assoluta. E no, non si può proprio non assaggiarlo :)

Alem ha detto...

il primo giorno di dieta... dai.. proprio no!!!
Un vero attentato!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

nel tuto blog cara pinella ci resterei ore ad ammirare tutte le tue creazioni!!!il caramello è una di quelle preparazioni di cui ho troppo timore....pero questo devo provarlo è troppo godurioso!!baci imma

Cuochella ha detto...

scusami eh...ma qui un "CAZZAROLA!" ci sta tutto!
questa la aggiungo subito alla lista dei preferiti...caspita non è nemmeno arrivata l'estate che già non vedo l'ora che arrivi l'autunno...questa meraviglia merita di essere mangiata col cioccolato!!

arabafelice ha detto...

Uniche parole che mi escono: santo Cielo!
Ed i miei piu' sentiti complimenti per la strenua forza di volonta' nel non assaggiare. Come hai fatto???

Pamirilla ha detto...

Sicura che ne hai assaggiato solo un cucchiaino? Facciamo due...tre....e mezzo?

Acquolina ha detto...

come si fa a stare non dico a dieta ma almeno un po' attenti a non esagerare con questa dolcezza! Christophe Felder, mitico!

Valeria ha detto...

mannaggia al Pomata! ma come si può resistere a questa golosa cremosità.. tu sei eroica!

Pinella ha detto...

Con i frollini? Caspita se ci sta bene...Io stasera farcisco dei macarons con questa goduria perchè credetemi! di goduria si tratta.....

A dire il vero all'abbinamento con il cioccolato ci ho pensato anch'io...vediamo cosa si puo' fare...

Mary ha detto...

Ciao Pinella.
i tuoi dolci sono sempre una poesia! questo poi....E ho pure un pò di burro salato.
Scusa se cambio argomento...un consiglio. Devo fare una torta con una mousse alla fragola e uno strato di gelè alla pesaca (o melone..ora vedo)..secondo te come base ci può star bene il tuo biscotto alla panna o è meglio il pds? (considera che lo devo congelare perchè devo farlo qualche giorno prima..)

Caris/ Maria Grazia

Pinella ha detto...

M-Grazia, farei un biscuit sottile, non quello alla panna. sai una cosa? Non abbinerei una mousse di fragola ad una gelée di pesca o melone....Perchè non una mousse al limone?

UnaZebrApois ha detto...

dev'essere squisito...me lo mangerei a cucchiaiate...ma come hai fatto a resistere?!?!Sei una santa!!!Questo caramel è la fine del mondo!!!!

viola ha detto...

Che meraviglia, solo a guardarlo si può immaginare la morbidezza...poi ho sempre pensato che il caramello salato è stupendo....un connubio veramente perfetto...adesso ne ho la conferma.
Non resta che provarlo....
Da decidere solo se mandare a monte la dieta o resistere un pò....
Grazie Pinella...
Un abbraccio

Mirtilla ha detto...

Ciao Pinella, oltre a farti mille complimenti per questo buonissimo nonchè invitante caramello (come al solito le tue ricette sono davvero invidiabili, per non parlare delle foto... si potrebbero mangiare con gli occhi!!!) volevo dirti che la torta farcita di crema ganache è venuta benissimo! Ho tratto ispirazione dalla tua crema, modificata un pò a mio piacimento... ed è venutaa fuori una torta senzazionale, che ho poi ricoperto di decorazioni di pasta di zucchero! Passa a trovarmi se vuoi, così te la faccio vedere!!! ;-)

sandra ha detto...

Stupendo!!!
Pinella i macarons al burro salato sono i migliori in assoluto e ne ho assaggiati tanti!!;-))Con mia figlia abbiamo a Parigi il "nostro negozio" quasi solo macarons;-)
A Vence molto spesso passando davanti alla miglior pasticceria ed anche a Nizza ,stessa cosa ,guardo i macarons in vetrina e decido sempre che belli come quelli di Pinella non li sanno fare!!Tu dimi vedo i macarons e penso a te!!;-)

Pinella ha detto...

Wow...che meraviglia di commenti! Ma non sarà merito di C.Felder?

sandra ha detto...

no no!!!!Voglia leggere Felder!!Lo puoi imparare anche a memoria!!ma............

Orietta ha detto...

Carissima Pinella, il mio e' un SOS, preparero' per 50 persone i tuoi bicchierini con bavarese di yogurt al limone e gelèe di fragole. Le dosi da te indicate sono per quante persone? Grazie davvero e grazie per il tuo meraviglioso blog.

Pinella ha detto...

Orietta, dipende da che bicchierini hai a disposizione...Calcola che per quelli "normali" se ne mettono circa 2 cucchiai.

Pinella ha detto...

Ops....ho visto la foto. Con quei bicchierini ne sono venuti due dozzine....quindi, almeno doppia dose...

Patrícia (Côco e Baunilha) ha detto...

Que delícia...Maravilhoso, perfeito!

http://cocoebaunilha.blogspot.com

Orietta ha detto...

Pinella, ho raddoppiato la dose ed infatti mi sono venuti circa 60 bicchierini. Grazie è stato un successo e ti assicuro non e' la prima volta grazie a te.

Pinella ha detto...

Grazie a te, Orietta!!! ne sono assolutamente felice....

Italian Cooking Adventures ha detto...

mammamiaa che bonta', complimenti!!

ROBERTO ha detto...

Buonissimooo!...Però devrei pensare con cosa abbinarlo dato che i macarons non posso farli (forno) e nella frolla nn so nn ce la vedo bene.....
umm anche se mi sta venendo in testa una crostata ......deliziosa!!

Sylvia ha detto...

Ho aggiunto il tuo blog ai miei preferiti in quanto sono una piccola apprendista cuoca! forse potrò imparare qualcosa leggendoti!

chez munì ha detto...

devo dire che ascoltare "con una rosa" di capossela - la mia canzone d'amore - è immaginare i macaron - mangiati a parigi - con il caramello al burro salato ..

che dire.
non c'è perfezione all'infuori di questa..

non a caso sei tra i miei foodblog preferiti..

valentina
www.chez-munita.blogspot.com

cooking rosa ha detto...

Ciao Pinella volevo chiederti se la panna che usi è quella zuccherata!!
Grazie e complimenti per i tuoi dolci, sono uno più bello (e immagino anche buono) dell'altro!!

Rosa

Pinella Orgiana ha detto...

Uso solo panna animale che non è mai zuccherata. Un salutone

Valeria Furiasse ha detto...

Sono l' unica che ha problemi col burro? Quando l' aggiungo la parte grassa si separa e ottengo una specie di caramello sotto coperto da un dito di parte grassa liquida del burro...

Valeria Furiasse ha detto...

A me nn viene!! Quando aggiungo il burro questo si separa e ottengo ina parte solida tipo caramello in fondo alla pentola e una liquida grassa sulla superficie. ...e ho provato seguendo scrupolosamente le indicazioni.....aiutooo!!