martedì 5 gennaio 2010

Home sweet home….

Si, certo. Con casa-dolce-casa, intendo anche quel girovagare lento per le stanze silenziose  spillando con calma le ore delle pochissime giornate di ferie, affogata in  un informe aggeggio felpato over size e comode e vecchie pantofole. Come i bambini quando si alzano il giorno dell’ Epifania rubando la vestaglia della madre e le ciabatte del padre per scapicollarsi lesti a strappare gli involucri dei regali che belli come quelli che porta la Befana non ce ne sono mica….
Bello girare per casa. Bello entrare nelle stanze e far girare piano lo sguardo a vedere cose di tutti i giorni che pero’ in effetti non si guardano mai cosi intensamente. Bello uscire in veranda, osservare le bimbe della casa di fronte…ma quanto son cresciute?….., fermarsi a scrutare il vecchio che attraversa incerto la strada con una sigaretta tra le dita.
Home sweet home.
Ma non solo in senso lato. In questo caso, l’espressione calza a pennello con una casetta di frolla che prende fiato già da ieri sera.Destinata a due bimbe che neppure conosco. Da esibire in una casa che non so neppure dove sia. Una casa di frolla per un’amica  da destinare ad un’amica che ha…Un giro che non finisce piu’…
Se un’amica chiede, un’altra risponde. E cosi la casetta prende forma. Prima i ritagli sul cartoncino. Poi, la frolla da ritagliare. E poi i decori da drappeggiare. Finchè la casa è pronta. Eccola li, al centro della stanza. Ma cos’è questa commozione che mi assale al vederla?

casettauno blogCari bimbi, da piccola, qualcuno mi aveva raccontato la fiaba dei bambini che si perdevano nella foresta. E che scoprivano una casa tutta da mangiare. Io non riuscivo a capire perchè loro, i bimbi, non fossero felici di restare per sempre in quella casa. Fosse successo a me, che meraviglia! Anche a voi, vero?
casetta5 blogDicevo che la casa era tutta da mangiare. Una casa tutta da mangiare, ma proprio tutta? Si. Anche con la porta da mangiare? Si, la porta era di cioccolato con una maniglia di confetto al torroncino argentato.E gli assi di legno? No, non di legno. Di cialda friabile e dolce.
casettaporta blogE il vialetto? Tutto di cioccolatini  e trucioli di cioccolato e pepite colorate con tanti alberi di pasta frolla e palline d’argento. Gli alberi di frolla? Ma come è possibile?  E’ possibile, nelle fiabe tutto è possibile. Solo nelle fiabe? No, non solo….
casettaalbero blog
casettaingresso blog











Pero’ magari il tetto ha le tegole, vero? Si, certamente. Ma anch’esse di cioccolato e con cuori di frolla e i fiocchi di raso rosso per impedire che voli via….….
casettatetto blog
Pero’….non vediamo le finestre. Come puo’ una casa non averle? La casa dei sogni ha le finestre di zucchero e i fiori di palline colorate …
casettadilato blog
Da una parte ci sono due finestre….
casettafianco blog
… e dall’altro solo una….Si è dovuto mettere un po’ di legna sotto il vaso dei fiori..Legna vera? No, biscotti al cacao, croccanti e saporiti.
casettalatob blog

Tranquilli che dietro è ben chiusa. Vedete?  Le finestre hanno le persiane ben accostate, legna in abbondanza e un grosso tronco da far bruciare nelle sere di freddo. Un tronco? Beh, un grande gianduiotto da sgranocchiare nei momenti di languore….

casettadietro blog
Insomma, bambini. Non crediate che i sogni non si possano realizzare. Non crediate che non ci siano bambini con cui giocare, animaletti da coccolare, befanine da aspettare. Non ci credete?

bimbo blog
orsetto blog












panda blog
befana blog











alce blog
albero blog











Pero’, non mangiateli tutti in un soffio….conservateli e regalatene un po’ ai vostri amichetti…magari in una busta con un gran fiocco rosso, non credete?


biscottibimbe blog Buona Epifania a tutti!


 Foto PDF blog  La ricetta in PDF

23 commenti:

  1. Bravissima! questa treccia è davvero speciale...capisco perchè ti aveva colpito!
    amo anche io i pani con erbe aromatiche e semi di sesamo!
    chissà che non la provi presto anche io! :)

    ciao

    RispondiElimina
  2. ops...mi sa che mi son confusa con le finestre ed ho commentato un'altra per le casette e te per un pane! che fessa!!!...devo smetterla di aprire troppe finestre insieme! ;)

    cmq...volevo solo dirti che questa casetta è una meraviglia!!! un'opera d'arte! :)

    ciao e scusa!

    Terry

    RispondiElimina
  3. WOW!! stupenda! ricordo qualcosa di simile quando ero alle elementari ed il nonno di una mia compagna preparava tutti gli anni una casetta dolce per noi! la tua è bellissima!

    RispondiElimina
  4. Crumpet...per un attimo mi sono chiesta: Ma che ho scritto?????
    Non ti preoccupare.....

    RispondiElimina
  5. sei bravissima...complimenti davvero...ci credo che ti fanno le ordinazioni...meglio che in pasticceria.ciao katia

    RispondiElimina
  6. fantastica questa casetta, poi quelle tegole tutte da mangiare!
    Certo la scelta del cioccolato è sempre la migliore!

    RispondiElimina
  7. mmm una cosa... che ricetta hai utilizzato per la frlla???io vorrei fare i befanini... che qui in toscana si trovano più o meno ovunque... ma non sò che ricetta utilizzare... consigli??

    baci baci

    eva

    RispondiElimina
  8. di una dolcezza "commovente"... chissà quale meraviglia comparirà negli occhi di quella fortunata bimbetta!!

    RispondiElimina
  9. solo una cosa da dire..una poesia nella poesia !!!!!
    mi sono incantata sia a guardare le foto che a leggere la storia..e non è poco!!!

    RispondiElimina
  10. Casa dolce casa .... casa buona casa veramente spettacolare buon anno

    RispondiElimina
  11. Grazie Pinella è bellissima !! Tanti auguri anche a te !

    RispondiElimina
  12. Bella da perderci la testa! Quanto l'avrei voluta, quanto l'ho sognata una casetta così... E mica mi è mai passata! Non ho parole... Bravissima! :)

    Ele

    RispondiElimina
  13. Veramente uno spettacolo per gli occhi,complimenti sei stata bravissima nel decorarla cosi' nei minimi dettagli!!
    Un abbraccio e buona befana :))

    RispondiElimina
  14. Guardare la tua casetta, leggere il tuo racconto con questa musica di sottofondo, è veramente toccante. Mi hai fatto tornare bambina, grazie!
    P.S. inutili i complimenti per il capolavoro ...

    RispondiElimina
  15. pinella ogni cosa che fai ha un tocco di magia davvero meravigliosa!!e poi dietro ad ogni realizzazione c'è un post incantevole le tue parole emozionano sempre!!!bacioni imma
    p.s. pinella mi sono lanciata nei macarons seguendo tutte le tue indicazioni e per essere la prima volta sono abbastanza soddisfatta se ha 2 secondi magari passi dal mio blog e mi dici che ne pensi:-)baci

    RispondiElimina
  16. La tua casetta mi lascia senza parole!
    E' magnifica!
    Magnifica al cubo.... all'ennesima potenza!
    Mi inchino alla maestra!

    nasinasi

    RispondiElimina
  17. p.s. pinella grazie per essere passata, ma per smontarli un pochi intendi l'impasto piu morbido??io e la sac a poche nn abbiamo un bel rapporto quindi quando staccavo la meringa mi veniva l'effetto a puntina che tu dici e che in effetti nei tuoi nn c'è probabilmente ho montato un po troppo il tutto grazie per il consiglio sempre ben accetto...ultimissima domanda e poi nn ti rompo piu:-):
    io ho preparato 2 teglie e le ho lasciate all'aria un ora poi le ho infornate con forno ventilato contemporaneamente solo che quelle di sopra sono venute intere quelle di sotto sono crepate un po....forse avrei dovuto spostarle a meta cottura passando quella sopra sotto e viceversa???bacioni ancora e grazie!!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. Per Eva: la ricetta della frolla la trovi nel PDF allegato al post.

    Per Dolci: io non inforno mai 2 teglie per volta . Sempre singolarmente.Poi girala a metà cottura.

    A tutte: un bacio e...grazie!!!!

    RispondiElimina
  19. Che capolavoro..e che poesia!Complimenti,bravissima!!!!

    RispondiElimina
  20. Sei troppo brava! Verrebbe voglia di rifiugiarsi a lungo in questa casetta deliziosa ed accogliente :-)

    RispondiElimina
  21. Cara Pinella, sei una vera artista. Che meraviglia!!!!!!!! Quando ero piccola immaginavo una casetta fatta in questo modo, era rappresentata in una favola a me molto cara. La tua supera, addirittura, la mia immaginazione. Qualunque parola io utilizzi è sepre limitata per esprimere l'immensa grandezza della tua arte. Un saluto affettuoso
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  22. Ciao! Ho scoperto da poco il tuo blog è dire che sono rimasta incantata è solo un eufemismo. In primo luogo complimenti per il blog e per mettere a disposizioni di tutte noi le tue ricette. Mi sono innamorata della casetta dolce ma purtroppo quando clicco sul pdf per la ricetta mi appare un messaggio di errore...puoi aiutarmi? Grazie mille!

    RispondiElimina