martedì 3 novembre 2009

Ssssss.......Ascoltiamo....

Sssss...prenditi una sedia.
Il giorno è appena iniziato. Lascia che parli il silenzio per te.Lascia che il mondo fuori vada da solo.
Prenditi tre minuti e lascia che il tuo cuore voli via.
No. Ascolta.
E magari....si, magari...pensa che....
Che dici? Ce lo dividiamo un dolce in due?


Semisfera di cioccolato ai due colori con mousse al caffè e cremoso al cioccolato

Questa volta, dato che oggi è per me una giornata speciale, ho deciso che occorra spiccare il volo. E sognare. E realizzare almeno qualcuno di quei piccoli sogni che ci farciscono la testa e il cuore.

Sia ben chiaro. Piccole felicità. Che le grandi...le grandi, molto spesso sono solo la somma di impercettibili dettagli.

Quante volte abbiamo visto un dolce in Tv, eseguito da uno chef di fama oppure illustrato in un giornale del settore e abbiamo pensato" Mammamia, quanto ci vorrei riuscire...cosa darei per poterlo rifare..."

A me è successo due volte. La prima con i cilindri di cioccolato. Mesi e mesi alla ricerca del modo di rifarli. Finchè sbattei la faccia su H.Beck in Tv..per un puro caso...è stato come per la serendipity... insomma, ecco i miei cilindri avere la possibilità di prendere forma. Acquistare fiato.

L''avrei baciato. Gli scrissi e lo ringraziai. Mi rispose con una gentilezza straordinaria. Come tutti i grandi, d'altronde.

La seconda è...quando capii che, specialmente con gli stampi in silicone, ma anche con l'acetato, i bicchieri di plastica, le tazzine....il cioccolato poteva trasformarsi in tante di quelle cose differenti che non si finirebbe di contarle e poi, bastava solo rinchiuderci una mousse o una bavarese o un cremoso.

Il cioccolato puo' diventare uno scrigno. E acquistare mille forme.

Santo cielo...sarà poi una scoperta dirvi come realizzare queste semisfere? Non ne sono cosi certa ma...

Ve l'ho detto. Oggi, per me, è una giornata speciale.

Semisfere al cioccolato.

Fate sciogliere del buon cioccolato fondente e bianco in due ciotole ben asciutte. Separatamente. Potete farlo anche al MO, ma attenzione! Bassa potenza e per poco tempo. il cioccolato non sembra sciolto ma...in effetti lo è. Specialmente quello bianco. Giratelo spesso con un cucchiaio asciuttissimo e anche se contiene ancora pezzi indisciolti non vi preoccupate. Girate bene e vedrete che si scioglieranno perfettamente. Prendete due pennelli da cucina ed uno stampo in silicone. Qualunque forma va bene. Io ho usato uno stampo a semisfere.Date delle pennellate di cioccolato bianco. In modo disomogeneo. Ponete in frigo a solidificare. Poi, rivestite tutto l'interno con il cioccolato fondente. Di nuovo in frigo. Ripassate con il cioccolato finche non vedrete che, messo lo stampo controluce, tutto l'interno ha una patina scura. Omogenea. Preparate la vostra mousse. Deponete un cucchiaio, due al massimo in modo da arrivare a circa metà altezza. Inserite un cremoso prima congelato e ricoprite il tutto con la mousse restante. Livellate con una spatola e mettete in freezer per 30 minuti. Io ritengo che deporre un disco di frolla oppure di biscuit sia il massimo...Le sfere dovranno essere tolte dallo stampo solo a congelamento avvenuto...E..mi raccomando! per lavorare sugli scrigni di cioccolato..guantini in plastica (benissimo anche con quelli tipo da market...) in modo da evitare che il cioccolato si sciolga al contatto delle mani oppure ci siano antiestetiche opacità.

E se volete accoppiare due semisfere e ottenere una "palla" di cioccolato? Semplice. Non riempite mai completamente le semisfere. Lasciate che cia siano pochi mm di spazio tra la mousse e il bordo esterno. Perchè? Perchè quando andrete a sovrapporre le due semisfere, se sono piene a completo livello, le due metà non si uniscono perfettamente ma rimane un "solco" vuoto all'esterno...Invece con un po' di "vuoto" il bordo delle due metà combacia benissimo.

Trucchetto per non far scivolare le due semisfere? Ponete al centro della mousse un dischetto di cioccolato fondente oppure di salsa oppure di crema ....Vedrete! Nessun problema....

E' tardi. e' stata una giornata...di quelle che ti da la vita. Di sacrificio, di sofferenza, di risate, di fatica, di entusiasmo, di leggerezza.

Una giornata d'amore. E non è poi cosi poco. Ascoltiamoci ancora una volta questa canzone che domani sta per arrivare.....

11 commenti:

paolaotto ha detto...

io ci sto! Grazie. Paola

I pasticci di Roby ha detto...

Non dovrei causa dieta...ma chi se ne frega.E' irresistibile!!!Buna giornata, Roby

Cuochella ha detto...

dividere? ma che sei matta? me lo pappo tutto io alla facciazza tua!!! :p

Un posto speciale ha detto...

Sei un mito assoluto! Ci regali momenti di assoluta delizia e perfezione, grazie! Un abbraccio.Ale

kat ha detto...

Dividiamo? Si' si' io ci sto!!!
baci katia

Ago ha detto...

Sìsì va benissimo! Metà a me :-D
maaaa come si fa?????
bacissimi
Ago :-D

Morena ha detto...

per me va benissimo.....mi porto il cucchiaino...

sabrine d'aubergine ha detto...

E ti pare niente una giornata d'amore? Soprattutto se con sacrificio, fatica e leggerezza? Ma chi le cerca le gioie grandi? Quelle vengono, semmai da sole. Ma quelle piccole, beh... per quelle in effetti possiamo fare anche noi qualcosa. Affrontare la vita così come tu scrivi, per esempio. Che bel post. Grazie, mi hai regalato non solo una ricetta, ma un momento di riflessione. Positiva. Come l'atteggiamento giusto per vivere.
Una buona giornata anche oggi a te
Sabrine

anna ha detto...

Se la tua giornata speciale può essere paragonata alla semisfera coccolosa, presumo che
1) non sia da dividere, né l'una né l'altra
2) sia stata superbamente perfetta e da ripetere

Bellissima opera d'arte, da sbavo!

Pinella ha detto...

Sabrine.....mi pare si sia state sulla stessa lunghezza d'onda.
Una giornata d'amore, le giornate d'amore sono le perle di una vita. Possono anche essere tante, da non poter contare..ma solo se si accetta che insieme all'amore ci sia anche tutto il resto.Che puo' includere tutto cio' che ho già scritto.

Questo dolce l'ho diviso con felicità. Come tutto cio' che la vita mi ha dato negli anni. Sofferenze...tantissime
Dolori....tantissimi
Ma anche gioie immense.
Una mano ti toglie ma l'altra ti da. Ti da per forza...o quasi.

Grazie a tutte per aver letto. Esservi fermate anche un minuto. Non tanto per il blog. Ma solo per aver tirato come una sorta di respiro di sollievo.

Ele ha detto...

Che meraviglia... perché sono davvero anche queste le piccole grandi gioie della vita: un momento di cremoso piacere assoluto racchiuso in un croccante scrigno di cioccolato può portare una sferzata di buon umore non indifferente... eh sì! Sei speciale! Buon weekend... :*