domenica 20 settembre 2009

Una torta di mele ….oppure è una crostata ?

Non so più in che occasione, in che viaggio, io mi sia imbattuta in questo libro.
Di Paolo Fulgente.
Sarà che conoscevo il maestro Fulgente per la sua fama, sarà magari per il titolo…"Le mie passioni- Pasticceria & Gastronomia"-ma certamente non devo aver esitato nel portarlo alla cassa e mettermelo in borsa.

Ogni tanto lo sfoglio e rimango incerta sul da farsi. Sono cosi tante le ricette che vorrei provare che , come capita anche per altre cose, lo richiudo senza aver scelto nulla.


Ma stasera…ho adottato la strategia vincente. Quasi come Ulisse, ho messo una benda sugli occhi e ho fatto tacere la smania di voler provare tante cose insieme.
Ho scelto, infine. Complici delle mele che profumavano un angolo di cucina, sollecitata da questo tempo diventato improvvisamente cosi inclemente, ho optato per una torta di mele. Anche se….mi sembra piu’ una crostata. Certamente atipica, ma pur sempre una fragrante e deliziosa e irresistibile crostata.


Come resisterle? Per fortuna non l’ho fatto.
Un grazie speciale al maestro Fulgente che non ho avuto l’onore di conoscere. Ma…chissà…un giorno…se


Torta di mele
( tratta da: “Le mie passioni” di P.Fulgente)




Cosa occorre

Uno stampo da crostata di circa 28cm di diametro e 4 cm d’altezza imburrato ed infarinato
Alcuni cucchiai di marmellata d’albicocche
Forno: 175°C
Tempo di cottura: 30-35 minuti

Per la pasta frolla

500 g di farina 00
375 g di burro
250 g di zucchero al velo
60 g di tuorli
1 uovo intero
25 g di miele
Un pizzico di sale
Vaniglia

Amalgamare il burro con lo zucchero. Aggiungere i tuorli e l’uovo intero, il sale e l’interno di una mezza bacca di vaniglia. Completare con il miele e la farina setacciata. Ottenuto un impasto omogeneo, trasferirlo in frigo per almeno un’ora.

Per il composto alle mele

500 g di mele pulite
25 g di panna
25 g di zucchero al velo
15 g di Grand Marnier
10 g di burro

Tagliare a dadini le mele e metterle in una casseruola. Aggiungere il burro e lo zucchero e cuocerle con il coperchio per circa 3-4 minuti. Aggiungere la panna, rimescolare e continuare la cottura ancora per circa 4 minuti. Spegnere il fuoco. Trasferire le mele in una ciotola e farle raffreddare. Infine, profumarle con il Grand Marnier.

Per la massa al burro

75 g di burro morbido
75 g di zucchero
60 g di tuorli (circa 3)
60 g di farina 00
40 g di fecola di patate
2.5 g di lievito per dolci
75 g di albumi d’uovo
Scorza d’arancia grattugiata

Montare il burro con le fruste aggiungendo piano lo zucchero fino ad avere un composto soffice. Aggiungere i tuorli, uno alla volta, e la scorza d’arancia grattugiata. Setacciare le polveri con il lievito e versarlo nel composto amalgamando bene con le fruste. Montare a neve soda gli albumi. Versarne una cucchiaiata sul composto montato per alleggerire la massa. Poi, con attenzione amalgamare la parte restante.

Preparazione

Foderare lo stampo con la pasta frolla. Velare l’interno con la marmellata di albicocche. Unire la massa al burro alle mele e versare il tutto all’ interno dello stampo. Infornare fino a completa doratura. Far freddare la torta e spolverizzare di zucchero al velo.

26 commenti:

  1. che sia una torta o una crostata poco importa..sta di fatto che è fantasica ha un aspetto così invitante,da provare di sicuro..!bacioni e buona serata!

    RispondiElimina
  2. wow ma l'ho segnata subito!! deve essere divina!

    RispondiElimina
  3. Si, amiche care! ma giuro! domani mi metto a dieta.....

    RispondiElimina
  4. mmmmm....immagino il profumino che hai per casa.....me la segno, sperando di farla prima o poi!!!
    un domanda ma sopra hai rimesso la frolla?
    buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. io la chiamerei solo torta di mele buona :-))

    RispondiElimina
  6. La torta di mele mi ricorda quan'ero (più) piccolo: è uno dei due dolci che mia mamma faceva.
    La tua è bellissima ed irresistibile.
    Alberto

    RispondiElimina
  7. Adesso me la segno..dev'essere speciale!

    RispondiElimina
  8. Ve lo segnalo il libro del maestro Fulgente....la frolla non faceva parte delle basi della torta. La ricetta parlava solo di "frolla". Ho scelto questa tra le tantissime basi elencate nel libro e non mi sono pentita. Deliziosissima..ma quando c'e' lo zucchero al velo nell'impasto il sapore e la friabilità sono garantite!

    RispondiElimina
  9. La torta di mele, in tutte le sue versioni, è il nostro dolce preferito! questo poi è davvero particolare e ricco di sapori diversi!!
    baci baci

    RispondiElimina
  10. Segnata è una bontà estrema...ciao e buon lunedì!!

    RispondiElimina
  11. oggi dalle mie paarti è proprio arrivato l'autunno, tuoni e nuvole minacciose, ora anche pioggia e cosa vedo?
    una meravigliosa, irresistibile crostatorta alle mele perfetta per qst giornata!:)
    segno subito!
    graziee!

    RispondiElimina
  12. Crostata o torta che sia, sarà una delizia :)

    RispondiElimina
  13. Che delizia!!! io amo le torte con le mele e questa mi incuriosisce davvero tantissimo
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  14. me la sono segnata dato che le torte alle mele sono le uniche cose che riesco a fare,,,almeno per ora...

    RispondiElimina
  15. che golosa. buonissima mi fa svenire dal aquolina

    RispondiElimina
  16. Si vede che sta arrivando l'autunno!
    Questi dolci, dal sapore di fine estate, lasciano dentro un'indefinibile tranquillità.
    Di sicuro sarà molto buona!

    RispondiElimina
  17. ciao pinella,
    mi chiamo camilla e sono nuova da queste parti.
    Complimenti davvero per il tuo blog...ma soprattutto per la cura con cui stai lavorando!
    sono un'apprendista pasticciera e davvero...complimentoni!!
    sto costruendo il mio blog, ma ancora sono davvero inesperta!
    io sono vanilla fair..

    RispondiElimina
  18. In pratica è una torta alle mele in un guscio di frolla?
    Molto interessante, però 'mmazza quanto burro, si sente?

    RispondiElimina
  19. Adoro le torte di mele...quel profumo che sprigionano appena tolte dal forno...la proverò sicuramente. Grazie. Paola

    RispondiElimina
  20. ma hai usato tutta la frolla che vien fuori con quegli ingredienti?
    Ho seguito passo passo la ricetta, ma la frolla mi sembra troppa!
    Ora è in forno che cuoce.. speriamo bene..

    RispondiElimina
  21. Ska, non. Non l'ho usata tutta...io esagero sempre un po' con la frolla perchè adoro poi farci dei semplici frollini "occhi di bue"...o comunque dei semplici biscottini...

    RispondiElimina
  22. Ciao Pinella, e se sostituissi la massa al burro con crema pasticcera? Tu che ne pensi?
    Ciao,
    ester

    RispondiElimina
  23. ciao Pinella!
    Ma cos'è la massa?Sarebbe il "coperchio" della torta?
    Scusa la mia ignoranza =).. ma sono alle prime armi.
    Cmq la torta/crostata è bellissima e sicuramente buonissima.Spero di riuscirla a fare anche io... la preparerò oggi per un pranzo di domani, visto che il tempo autunnale di questo maggio 2010 mi ha fatto venire in mente la torta di mele che ti scalda e ti rincuora.
    Grazie e buona giornata!Laura

    RispondiElimina
  24. Se decidi di partecipare, sappi che puoi inserire più di una ricetta!
    http://noidueincucina.blogspot.com/2010/09/la-nostra-prima-raccolta-il-tempo-delle.html
    ancora ciao

    RispondiElimina
  25. Questa la voglio fare!
    Cinzia

    RispondiElimina