lunedì 31 agosto 2009

Come nasce un dolce…?!?

Non lo so. Non ne ho idea con certezza. Ma…posso dirvi che cosa mi capita quando penso di fare un nuovo dessert….Si, lo so. Certe volte apro il frigo e magari, capita, che ci trovi un solitario brick di panna con drammatica scadenza all’indomani.Come è successo ieri pomeriggio. Solo 500 gr….
Ohibo’.
Quello che mi succede dopo è inspiegabile. Sento un click in testa e dopo poco mi compare sul display il dolce che credo di poter fare…Ieri si è illuminato il video e la connessione per la Chantilly alle amarene e semi di sesamo di L.Montersino…Cosa puo’ essere successo?
Avevo la panna. Avevo le amarene. Panna e amarene…Sollevo lo sguardo e vedo il mio barattolino di semi di sesamo…Ma L.Montersino non aveva un dolce con….
Ma, si!!L’aveva.
Lo modifico un tot. Ma è buono sul serio. Sarà che svengo per le amarene………
Ricetta? Come no!?


Chantilly di amarene e miele d’acacia con croccante di sesamo tostato
(da una ricetta di L.Montersino)
Ingr:
Per la crema pasticciera:
170 gr di latte intero
40 gr di panna fresca liquida
65 gr di tuorli
65 gr di zucchero
8 gr di amido di mais
7 gr di amido di riso
un pezzo di bacca di vaniglia
Portare a bollore il latte, la panna e l’interno della bacca di vaniglia.Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere l’amido di mais e quello di riso.Versare il composto direttamente sui liquidi in ebollizione e osservare il momento in cui si formano delle grosse bolle.Amalgamare bene con una frusta e togliere dal fornello.Setacciare la crema e pesarne 250 gr.

Per la chantilly:
250 gr di crema pasticciera*
375 gr di panna fresca
75 gr di miele d’acacia
4 gr di gelatina in fogli da 2 gr
70 gr di amarene Fabbri
10 gr di semi di sesamo
Far idratare la gelatina in acqua fredda.Tostare i semi di sesamo servendosi di un padellino antiaderente e mettere da parte.Montare la panna con il miele. Scaldare due cucchiai di crema pasticciera e aggiungere i due fogli di gelatina. Rimescolare benissimo e aggiungere la restante crema.Ridurre in piccoli pezzi le amarene scolate dallo sciroppo e aggiungerle alla crema. Completare con il sesamo tostato.Versare il composto nella panna montata. rimescolare in modo uniforme e colare negli stampi.Conservare in freezer.
In questo caso io ho utilizzato uno stampo monoporzione ovale della Silikomart.La particolarità è che alla superficie l’ovale presenta un avvallamento che è bellissimo da riempire….E in tanti modi differenti!

Per il croccante al sesamo:
amarene e croccante due blog
Ingr:

50 gr di isomalto
25 gr di semi di sesamo tostati
Far caramellare l’isomalto. Aggiungere i semi di sesamo tostati e quindi versare il croccante sopra un foglio di silicone (Silpat). Coprire con un secondo foglio e stendere con un mattarello in modo da ottenere un croccante solido.Ritagliare dei quadratini con un coltello affilato.

Preparazione:
Sformare il dolce. Decorare l’incavo dell’ovale con amarene sciroppare, un quadrato di croccante, un velo di sciroppo e un nulla di semi di sesamo.

Qualcosa in piu'
Per la crema pasticciera: La preparazione della crema pasticciera consiste in un metodo leggermente diverso dal solito. Ero un po' perplessa ma poi mi sono buttata. L'amido di riso apporta leggerezza alla crema ma non fatevi scrupolo se non l'avete e sostuitelo con amido di mais, interamente.
Per il caramello: E' chiaro che l'isomalto e' prezioso nella preparazione di molte decorazioni. Ma potete ottenere ottimi risultati eseguendo un normale caramello addizionato di glucosio. Ne ho parlato già altre volte e non vi sarà difficile andare a scovare la ricetta nelle pagine del blog.

19 commenti:

Fra ha detto...

Pinella sei davvero il mio mito! Questo dessert è assolutamente favoloso e poi anche io adoro le amarene
grazie per la ricetta
Un abbraccio
fra
PS mi piace molto lo slideshow sotto l'header, come l'hai impostato?

Lacrima ha detto...

bellissimo questo dolce. e una bella favola :)
complimenti :)

candy ha detto...

Pinella sei fantastica, passerei ore a gurdare le tue ricette, le foto, la presentazione..... le adoro e sono sempre di mio gusto..... quanto mi piacerebbe conoscerti e vederti all'opera.
Ciao

Pinella ha detto...

Si, mie care, non è male questo dessert. Ma il merito è di Montersino...
Il contrasto tra le amarene ed il salato del sesamo è gradevolissimo...

Per FRA: ho copiato da CreareBlog in cui Tenebrae insegna a inserire un altro header e Iole che mi ha spiegato come fare le foto scorrevoli.
In effetti, volevo qualcosa di immediato che desse a chi legge la possibilità tempestiva di sapere tutto su un dolce...

Cuochella ha detto...

che bello quando ti viene in mente una ricetta e guarda caso hai già tutti gli ingredienti a casa :D

sesamo e amarene devono stare proprio bene assieme!

paolaotto ha detto...

Che buono! ma in questa settimana mi sono promessa di non mangiar dolci perchè le vacanze mi hanno portato...em...quanche odioso chiletto ma l'archivio nelle cose da fare al più presto. Grazie! Paola

Morena ha detto...

Posso svenire anch'io????..mi piacciono molto le amarene, se poi mi fai un dolce così con la panna ed un croccante di sesamo non resisterei proprio!!!Fantastico...però...dove lo trovo l'isomalto???...eh!!!si può usare zucchero normale?

ciao ciao

Stefania ha detto...

Adesso capisco perchè mi hai detto "ma non passi a salutarmi?" .....accidenti e io non ho colto, sono la solita tontolona!!!!
Ficco la testa nel monitor, guardando il lucido delle amarene, comincio a salivare e cerco di immaginarmi il sapore delle amarene e il contrasto del sesamo.
PASSO DOMATTINA VA BENE ?????

Pinella ha detto...

Baby....sabato non te la scampi...Fossi passata stasera...eh...già....

Mirtilla ha detto...

mi perdo nel tuo blog...ovunque mi giro sto bene dal male!!
bravissima!!!

Pinella ha detto...

Morena: certo che puoi farlo. Ho dato delle indicazioni nel dettaglio della ricetta.Hai del glucosio?

Morena ha detto...

OPS!! non avevo letto scusa...l'isomalto credo sia introvabile oltre che costoso..però ho il glucosio..Grazie!!!

Lady Cocca ha detto...

L'aspetto è invitante...il sapore credo ottimo...ed infine adoro le amarene come te!!!
sei un mito!!!

fiorix ha detto...

che buonooooo!complimeti..

Sacco ha detto...

Ciao! Sono Sacco, creatore e gestore di "Ricette Blog". Mi farebbe molto piacere se accettassi la mia proposta di scambio link, fammi sapere. ;-)

Blogroll di "Ricette Blog"

robertopotito ha detto...

é un bellissimo post! grazie per farci partecipare a momenti così particolari come quelli della creazione di un dolce...

Vicky ha detto...

Pinella sto per aprire un mio blog e devo confessare che da amante della pasticceria non potevo non elevarti a mia fonte di ispirazione. Certo di strada da fare ne ho ancora moltissima, ma con la passione e il tuo inconsapevole "supporto a distanza" sono certa che imparerò molto. Intanto grazie per darmi tutti questi spunti da lavorare e ricreare.. grazie mille!!!

Pinella ha detto...

Se posso, Vicky....sono qui. Io vorrei arrivare a fare del mio blog una sorta di luogo semplice, senza troppe sovrastrutture, facile da consultare, immediato...mah! Le ricette devono a mio parere avere la centralità del blog....insomma, ci sto provando anch'io. Buona fortuna!

Marina ha detto...

Ahah, fantastica la descrizione di come è nato questo dolce... Quante volte succede più o meno la stessa cosa anche a me!
Poi questa torta è semplicemente bellissima, elegante, con quel croccante di sesamo lì e quella glassa lucida che occhieggia sembra appena uscita da una pasticceria di lusso.

(ros)marina