giovedì 30 luglio 2009

Quanti stampi, quanti desserts....

Quando ho scritto al gentilissimo signore della Silikomart che sarei stata onorata di collaborare con l'Azienda e felicissima di ricevere un po' di stampi in omaggio, mi sono sentita in dovere di avvertirlo che...
Un'intera collezione.
Ne ho tanti di stampi. Una collezione di tutto rispetto.
E, per una serie di circostanze, tutti o quasi acquistati da loro.
E quando ne vedo uno che ancora non possiedo...ebbene! ci giro intorno, esco dal negozio, faccio altro, ma...poi...è come una calamita.
Devo averlo. Perchè già immagino il dolce che ci farei. Fantastico sui desserts che potrei inventare....
Morale: il signore della Silikomart, a mio parere, non ci ha mica creduto. E mi ha inviato 5 stampi.
4 li avevo...
E siccome lo stampo per le tartes era una vita che lo sognavo, ho fatto il primo dolce proprio con quello.


Intanto, vogliamo dimostrare che non dico bugie...non sempre almeno....e che questi dolci sono tutti by Silikomart?

Andiamo con la slideshows, via!




No, no, non ho scordato il dolce che ho fatto ieri sera…Non potrei scordarlo nella maniera piu’ assoluta. E’ di C.Felder, piu’ esattamente una gateau che avevo in mente di fare da cosi tanto di quel tempo …e, una volta in possesso dello stampo, che ci vuole?
Stò parlando del mitico Gateau basque del mitico C.Felder.
Eccolo!

E …questo è l’interno.
Una fetta di gateau basque
Una deliziosa crema pasticciera all’esterno con al centro una fragrante marmellata di ciliegie. Il tutto racchiuso in un friabile guscio di una frolla…una frolla…che dire? Si deve provare. Necessariamente.
Le Gateau Basque
(da Les pates et tartes de Christophe-Lecons de patisserie)
Per la pasta:
175 gr di burro morbido
125 gr di zucchero semolato
85 gr di farina di mandorle
225 gr di farina 00
1 tuorlo+1/2 uovo intero (circa 25 gr di uovo sbattuto)
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di 1 limone non trattato
Come fare: Versare il burro, lo zucchero, la farina di mandorle, il sale e la scorza del limone nella ciotola della planetaria. Amalgamare in modo da ottenere un composto ben omogeneo. Aggiungere il tuorlo e la metà di un uovo sbattuto. Impastare ancora. Completare con la farina, precedentemente ben setacciata. Conservare in frigo coperto da una pellicola per almeno 2 ore.
Per la crema:
250 gr di latte fresco intero
3 tuorli
45 gr di zucchero semolato
20 gr di farina setacciata
un cucchiaio di rum scuro
Come fare: Portare il latte fin all’ebollizione. Amalgamare rapidamente i tuorli con lo zucchero senza montarli, aggiungere la farina e diluire con la metà del latte caldo. Versare tutto nella restante parte del latte e cuocere come per una normale crema pasticciera. Aggiungere, infine, il rum e far leggermente raffreddare.
Ancora:
Alcuni cucchiai di marmellata a frutti rossi: ciliegie, fragole, amarene. A scelta.
La restante parte dell’uovo sbattuto
Preparazione del gateau:
Stendere la pasta ad un’altezza di 1/2 cm. Ritagliare con un coppapasta dei cerchi delle dimensioni dello stampo e rivestire l’interno. Bucherellare la base con i rebbi di una forchetta.Con l’aiuto di una sac à poche con beccuccio liscio deporre un cordone di crema alla periferia dello stampo. Ultimare sistemando la confettura all’interno del cerchio delimitato dalla crema e sigillare il dolce con un disco di pasta. Lucidare con una spennellata di uovo sbattuto e rigare la superficie con una forchetta.
Infornare a 180°C per circa 20-30 minuti, fino a completa doratura del gateau.

13 commenti:

  1. Sarà davvero ottima.... mmmm ne gradirei propro una fettina stamattina!
    Celavedo bene anche con la marmellata di amarene che io adoro, che dici posso provare?

    RispondiElimina
  2. Pin senti, facciamo che ti aiuto io a liberarti degli stampi doppi... Siccome io i signori tanto gentili della silikomart non li ho ancora mai sentiti, potrei iniziare a farmi un'idea dei loro prodotti con gli stampi di cui ti posso sbarazzare... Eh, eh, eh? Che dici? Sarò gentile ad offrirmi, non puoi negare il mio altruismo estremo...:)

    Il gateau basque è stupendo: sembra un grosso sablé breton farcito ;)

    RispondiElimina
  3. Ce lo vedo benissimo con le amarene...Tieni presente che anche con le fragole il connubio è perfetto...Ho assaggiato una volta una sfoglia farcita di crema e fragole e per poco non sono svenuta....

    Gli stampi doppi? Posso essere maledettamente egoista???
    Sono cosi comodi doppi specialmente nel caso dei dolci al cucchiaio......
    Pero' siccome non mi piace essere avida, se mi mandi il tuo indirizzo....potrei farti un pacchettino.....
    Mandami tutto su gmail....

    RispondiElimina
  4. Anch'io impazzisco per gli stampi della silikomart...Purtroppo ne ho solo 2 o 3 (uno meraviglioso per torte e semifreddi a forma di rosa...), perché dalle mie parti è poco che cominciano a trovarsi in più di un negozio. A proposito di questo dolce delizioso: mio padre mi ha regalato delle amarene in sciroppo fatte da lui..come ci starebbero al posto della marmellata? :D Aspetto con ansia la ricetta della frolla!!

    RispondiElimina
  5. Sembra stupendo questo gateau.
    Spero di avere il piacere un giorno di conoscere questi generosi signori della Silikomart, per adesso sto raccogliendo piano piano la mia collezione, sbarazzandomi man mano di quelli tradizionali

    RispondiElimina
  6. Ah..credo ci stiano dannatamente bene quelle amarene...Devo dire che mi sono accorta che lo stesso gateau è stato fatto dalla bravissima Tuki ( Blog: La ciliegina sulla torta) con la sola crema pasticciera, senza la confettura. Date uno sguardo...Veramente un gateau meraviglioso!

    RispondiElimina
  7. Bella ricetta,Felder è una garanzia!Con le amarene la vedo benissimo.Gli stampi della Silikomart,quando li vuoi...Ciaooo

    RispondiElimina
  8. Sembra davvero deliziosa!
    ti seguo da tanto e volevo ringraziarti per le bellissime ricette con condividi. Ammiro tantissimo la tua capacità di creare dei dolci così belli, sai quando si tratta di preparazioni complesse sia di dolci più semplici e tradizionali
    Un abbraccio
    fra

    RispondiElimina
  9. Cara Pinella, sono utilissimi, pratici e si possono impiegare per mille preparazioni... ;)

    RispondiElimina
  10. Pin, ma dici per davvero davvero sul serio sul serio?
    Mi sentirei in colpa a privarti di cotanta comodità!
    Però.....se dici per davvero davvero..... :)

    RispondiElimina
  11. p.s: tornata da parigi...innamorata...:)

    RispondiElimina
  12. Pupina, assolutamente. Aspetto il tuo recapito...

    RispondiElimina
  13. Marcello,sono d'accordo...ormai non ne posso piu' fare a meno, specialmente per i desserts al cucchiaio....

    RispondiElimina