venerdì 5 giugno 2009

Vi va una brioche?

Anzi, per meglio dire, vi va una mezza pesca leggermente inumidita con uno sciroppo d'alkermes e farcita di crema pasticciera al limone?

Si? Ho capito bene? Era un Siiiiiii?
Va bene.

Vada per la mezza pesca.

Naturalmente, ho tanto, tanto da dirvi.
Cominciamo nel dire che un po' mi ha convinto la Rita Mezzini con il suo splendido post.Di seguito, l'altro bellissimo post di Paoletta. Quello con le sue stratosferiche pesche dolci. Tanto belle che non ho potuto non copiare a piene mani anche la preparazione della crema pasticciera.....anche come tagliare le sfere di pasta....anche..insomma, ve lo consiglio proprio questo post. C'e' veramente molto da imparare.
E, infine, la botta finale me l'ha data il bancone di una pasticceria, qui in città, con i vassoi stracolmi di mezze pesche.

Da queste tre combinazioni sono venute alla luce le mezze pesche alla Felder. Sant'uomo Felder. Non puo' non esserlo se è stato in grado di insegnarmi questo mirabolante impasto lievitato.

Mezze pesche. Ma non solo. Anche simil-cornetti. Chi non è a dieta puo' farcirle di crema gianduia, a colazione....
E le brioches à tete? Si, eccole. Anche se la testa mi pare un po' sparita.....

Coraggio. Con queste calde giornate non si puo' non impastare una buona dose di pasta brioche..E credetemi! Alla fine ne sarà valsa veramente la pena....
Mezze pesche alla crema(da una ricetta di C.Felder)

Per la pate à brioche:
Ingr:

400 gr di farina 00
100 gr di farina manitoba Favola (Lo Conte)
60 gr di zucchero
2 cucchiaini da caffè di sale
20 gr di lievito di birra
6 uova (circa 300 gr)
2 cucchiai di latte
330 gr di burro morbido

Preparazione:

Versare la farina, lo zucchero ed il sale nella ciotola della planetaria. Mescolare ed aggiungere il lievito sbriciolato senza che questo tocchi il sale e lo zucchero in modo diretto.
Aggiungere le uova , il lattee impastare per un paio di minuti a bassa velocità finché si forma una pasta omogenea molto densa.
Incorporare il burro a dadini e continuare la lavorazione a media velocità per circa 20 minuti o, comunque, finché l’impasto prende corda e si stacca dalle pareti del recipiente. L’impasto è pronto quando si può prendere con le mani senza che si attacchi.
Fare lievitare per circa 1 ora. L’impasto deve gonfiarsi e raddoppiare di volume.
Dare alla pasta la forma di un salsicciotto e conservarla in frigo per almeno 2 ore.
A questo punto, procedere a dare le forme. A croissants, a pallina oppure dare la forma della classica brioche à tête. Cioè, stendere un pezzo di pasta da circa 30-40 gr con il palmo della mano. Fare una pallina e allungarla a forma di seme. Con il lato della mano, procedere come a staccare un’estremità in modo da ottenere come una testa, un collo ed un corpo. Imburrare uno stampino, deporre la brioche stringendo la “testa” tra le dita ed infarinarsi le mani. Affondare l’indice a livello del “collo” separando la testa dal corpo e premendo fin giu’ quasi a toccare il fondo dello stampino. Occorre fare questo movimento fino a completare il giro.In questo modo, la piccola pallina sarà deposta proprio sulla superficie della pasta restante.
Far lievitare per altre 2 ore circa a temperatura ambiente.
Velare la superficie con del tuorlo d’uovo.
Infornare a 180°C per circa 10-12 minuti

Per le mezze pesche alla crema:
Preparare le palline di pasta per ottenere le mezze pesche. L’impasto è piuttosto morbido, liscio ed elastico per cui si puo’ seguire il metodo della mozzatura. Cioè ungersi le mani di burro, prendere l’impasto e staccarne un pezzo fra pollice ed indice senza provocare bolle d’aria. Far lievitare per il tempo necessario affinché la pasta raddoppi di volume. Lucidare con l’uovo ed infornare a 180°C per circa 10 minuti.

Preparare crema pasticciera seguendo la ricetta estrapolata dal blog di Paoletta.

Ingr:

200 ml di latte intero
50 ml di limoncello
1 uovo intero
75 gr di zucchero
40 gr di farina 00
Portare fino al bollore il latte. Montare l’uovo con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata e amalgamare bene. Versare poi il latte caldo tutto di un colpo, aggiungere il limoncello e cuocere finchè la crema è densa.
Per la preparazione delle mezze pesche:
Tagliare la brioche di sbieco senza arrivare a tagliare completamente con un coltellino affilato,. Aprire delicatamente e inumidire l’interno con dell’alkermes . Infine, velare con un cucchiaio di crema pasticciera.
Spolverizzare con zucchero al velo.

12 commenti:

Sere ha detto...

ricettaaaaaaaaaaaaaaa

michela ha detto...

Che dire?
Sono estasiata!

Pasquy ha detto...

Fantastiche...pasquy

Francesca ha detto...

favolose, mi segno questo impasto brioche per quando tornerò in Francia ed avrò voglia/nostalgia dei cornetti italiani per la colazione :-P

FrancescaV

Sere ha detto...

wow eccole, che meraviglia *_*

Dajana ha detto...

che golosità!

Elisa80 ha detto...

libidine pura .. oltre a belle saranno anche buonissime!!!!! Fantasmagorica come al solito!!! buon week end Elisa80

Stefania ha detto...

Macchè mezza ....INTERA la voglio!!!!

Vigliacca...non si aspetta che un amica parta per fare queste robe qui !!!!!

Perchè non ci vai tu a fare le colazioni al Tartana ???? Che tristezza vederlo chiuso !!!

dolci chiacchiere ha detto...

posso una??????troppo buone...cioa katia

Rita ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di rifarle,che buone!!

Ciao!!

dada ha detto...

Non so', dovrei pensarci due secondi. Siii! E' goduriosissima (forse troppo ;-)

Agata ha detto...

A me si!! A me va, la tua mezza brioche!!! Stupende: una piu bella dell'altra!!!