venerdì 19 giugno 2009

La costruzione delle giornate

Una lama di luce fa di tutto per scuotermi e farmi aprire le palpebre. Con scarsissimi risultati. Una parte considerevole del mio cervello ha intuito che oggi, forse domani, chissà dopodomani, la costruzione delle giornate sarà nelle mani di....del destino.....non certamente nelle mie, di mani. Che desiderio incredibile di chiudere le porte e le finestre al mondo e inventare quel dolce a cui penso da molto tempo. In quel silenzio tanto desiderato e voluto. Magari finalmente interrotto da quella canzone che non riesco piu' ad ascoltare da un anno, due mesi e due settimane.

Non è possibile, oggi. Ma voglio che il ricordo dell'ultimo dolce mi faccia iniziare la giornata, mi accompagni in queste ore di sole ardente, di vento e di strade sterrate e di campagna e di fiumi asciutti. A costruire una giornata che possa darci sollievo.
Salgo le scale di corsa. Come folletti, mi salgono per la testa da non so dove, decine e decine di modi di decorare la torta. Si fronteggiano spavaldi in attesa di vedere chi la spunta.....Intanto...

I fiori.

Devo avere i fiori ora, subito e controllare se i boccioli di rosa sono veramente cosi piccoli come li immagino e...
E il colore.... il colore deve essere avorio con una sfumatura impercettibile di rosa pallido e tre, certo tre non di piu', appena appena piu' grandi. Non voglio cedere ma solo la pasta di zucchero rende le torte cosi liscie e levigate. E se cercassi di tirarla molto, moltissimo sottile?

Bene, bene. E' deciso.

Santo Cielo....il glucosio. Ne ho sempre in quantità industriali....me ne servono solo 50 grammi...Accendo la mia fedele bilancia:30-40-45 grammi ...ci arrivo, ci arrivo.

Esattamente 50 grammi.

Il mio angelo custode deve aver imbrogliato la bilancia. E quella punta di colorante giallo che ho aggiunto con imprecisione ha creato perfettamente quel leggero tono d'avorio che vagheggiavo...Forse va bene.Forse andrà bene. E magari riusciro' a metterci una candela su questa torta.

E se ci aggiungessi un velo impercettibile di pasta di mandorle prima del fondente di zucchero? Non l'ho mai usata nelle torte ma ...non dovrei rischiare ma....Vada per la pasta di mandorle.

Tiro fuori il dolce. E' molto morbido: una pasta genovese che ieri sono riuscita a fare bene per la prima volta (ma non potevo fare il mio solito pan di spagna...no, eh?), una bagna di liquore Strega, strati sottili di crema al limone alternati a dischi di gelée di fragola. Non è mica alta tutta uguale...e si vede pure, caspita se si vede......

Magari se sposto la decorazione dei fiori al centro inganno gli occhi....ci tento.

Per fortuna, almeno il mio mattarello gigantesco costato un botto fa il suo dovere e stende come ostia, come fosse velo. Lo adoro questo essere che non mi abbandona nei momenti di lucida disperata tensione. Certo, qualcosa si strappa, qualcosa si stanca di essere manipolata ma, per fortuna, i fiori celano le insofferenze della pasta di zucchero a meraviglia, direi.


E' finita. Prendo la torta e la metto in frigo. Perchè alla fine ho la sensazione che il mio cuore esca dal petto e si vada a riposare lì, al freddo?
Torta Stefania
Quando accendo la candela...beh! E' andata.....


Intanto, il sole fa fatica a non farsi intimorire da un vento sempre piu' forte. Raccolgo le forze come se lo scrivere su qualcosa che mi emoziona fosse come una linfa che mi placa la sete, l'ardore. Uno sguardo alla fetta di torta nella foto, un vago ricordo malinconico e sereno che mi colma la testa. Suvvia, andiamo a vedere che vita c'e' là....fuori.

23 commenti:

  1. Oh, mamma, che meraviglia! Come si fa non mangiare lo schermo del computer?
    Una curiosita (perché anch'io adoro le torte decorate in questo modo), usi sempre la pasta di zucchero o usi anche il Marshmellow fondant, che è più adatto per ricoprire la torta? Io uso la pasta di zucchero per fare delle figurine e fiori, ecc.
    Ho scoperto un belissimo sito con i tutorial per decorare le torte. Ti interessa? http://sugarteachers.blogspot.com/
    Complimenti ancora.

    RispondiElimina
  2. Fantastica e sublime!!!! non ci sono parole Pasquy

    RispondiElimina
  3. un autentica meraviglia e si ci si mette il cuore nel fare le cose bele

    RispondiElimina
  4. Non ho parole, sei un "mostro di bravura", oltre ad essere una vera "poetessa".
    Una torta "superbe", come si dice a Parigi.
    Complimenti. Vir

    RispondiElimina
  5. Quando si ama preparare delle cose il risultato non può essere che eccellente!!!

    RispondiElimina
  6. Delicata e deliziosa..si percepisce tutto l'amore che ci hai messo!

    RispondiElimina
  7. Dajana, sai che non ci ho mai provato con il Marshmellow? mi dici come fai? questa che faccio è la ricetta di Rossanina (Coquinaria)e riesco a tirarla cosi sottile che diventa morbida e buona anche da mangiare...

    si, è vero. Ci ho messo molto cuore. Ma quando non ce lo metto, non mi vengono proprio per nulla, i dolci.

    Piu' tardi vi metto la spiegazione della génoise. Una vera scoperta.

    RispondiElimina
  8. Pinella, ho imparato a fare MMF (Marshmellow fondant da questa signora Americana, DD. Non so se parli l'inglese, se hai bisogno di traduzione, fammi sapere
    http://ddpiesslice.blogspot.com/2009/01/whats-mmf-how-do-i-make-it-and-why-use.html

    RispondiElimina
  9. E' fantastica, non ho parole ma solo applausi!!!
    Ciao, buon weekend

    RispondiElimina
  10. Incantata! Credo che diventerò Sua fan!
    ps: Le ho chiesto una spiegazione in un post della bavarese cioccolato e nocciole di Santin.
    Tra una meraviglia e l'altra troverebbe il tempo per aiutare una neofita?

    RispondiElimina
  11. La torta è meravigliosa....un'opera d'arte, bisogna dirlo.

    Ma io ho letto un pò di tristezza in questa bella storia...Sbaglio?
    Comunque sei davvero bravissima

    RispondiElimina
  12. Loredana, ti chiedo scusa. Puoi venirmi incontro e spiegarmi cio' che desideri? Ne sarei felice...

    Si. Purolino.. Non è in relazione alla torta, ma hai ragione. Sono profondamente triste.

    RispondiElimina
  13. Scrivere su qualcosa che ti emoziona per me è difficilissimo, comincio e scrivo, no no ....cancello e riscrivo .....ricancello e così potrei rimanere qui all'infinito. Le parole vorrebbero uscire tutte in una volta, si ma così diventano un ammasso senza senso !!!
    Riproviamo.....

    .... grazie grazie e ancora grazie di esistere, perchè se avessi provato ad immaginarmi una persona come te non credo che ci sarei riuscita! La torta ? La torta è tanta e ancora oggi mi sta dando la tua dose d'amore ad ogni colazione.
    Ti voglio bene.

    RispondiElimina
  14. Eccezionale come al solito ... senza prole!!! Bravissima Elisa80

    RispondiElimina
  15. Io ne ero certa che avresti fatto un capolavoro e la Stefy se lo merita tutto!!

    RispondiElimina
  16. Ciao, Pinella.
    Qui
    https://www.blogger.com/comment.g?blogID=7960500163640087057&postID=7734059260188757032
    ti chiedevo aiuto perché ho avuto problemi con la cottura del biscotto, col concetto di "forno leggermente aperto" ...insomma...alla fine l'ho fatto, anche se rispetto alla bavarese è rimasto un po' un corpo a sé :(
    Visto che sono riuscita a catturare la tua attenzione, potresti suggerirmi una ricetta per realizzare quei pasticcini di frolla morbidissima che in parte, dopo cotti, si bagnano nel cioccolato fuso, i classici pasticcini che si vendono in pasticceria o nei forni e si formano con la tasca da pasticciere?
    Grazie per questo blog.

    RispondiElimina
  17. Loredana
    per forno leggermente aperto intendo dire che devi infilare un cucchiaio di legno nel forno in modo da lasciarlo leggermente aperto. Praticamente una fessura.

    Per i biscottini..credo tu intenda la frolla montata...

    guarda:
    http://idolcidipinella.blogspot.com/2008/04/un-dolce-biscotto.html

    e anche qui:
    http://idolcidipinella.blogspot.com/2008/05/i-magici-frollini-di-adriano.html

    Fammi sapere

    RispondiElimina
  18. Cara Pinella, non ho parole per descrivele le emozioni che in queste poche parole sei riuscita a diffondere nel mio cuore. Sei una donna speciale, una vera artista. Dovresti scrivere un libro corredato di ricette ed immagini. La descrizione delle tue ricette dal nascere con i folletti che ti aiutano nelle scelte è molto delicata e riporta ad un mondo incantato, il tuo. La tua tristezza, i giorni contati con precisione hanno angosciato anche me. Pur non conoscendoti personalmente, ti seguo da tempo e resto sempre a guardare stupita le tue creazioni. Spero che presto tu riesca a superare questo periodo di profonda tristezza.

    Il dolce è fantastico, meraviglioso, incantevole, superlativo, peccato che non lo possa assaggiare. Un saluto affettuoso da una tua assidua lettrice
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  19. Complimenti per il blog , i contenuti e la..passione...
    un caro saluto da nozze glam..
    NB
    ovviamente ti mandero'le foto dei i macarons, augurandomi che si avvicinino ai tuoi... http://nozzeglam.blogspot.com

    RispondiElimina