venerdì 12 giugno 2009

Il sogno di un sapore

Me lo trascino da circa una settimana.


Per tutto il giorno lo spingo a forza in un angolo da qualche parte dentro di me ma poi....verso sera...c'e' sempre un momento che mi proietta a forza verso un angolo della dispensa e...almeno un frammento , almeno uno, lo devo assaporare.

Parlo del sapore del cioccolato al sale di Maldon. Una scoperta inebriante.

Quante cose non ho ancora sperimentato? Quante cose sono lì, in silenzio, che aspettano di essere svegliate e fatte respirare? Uff...tantissime. Un'infinità.
Ma...stasera... a piedi nudi, con la serranda quasi del tutto abbassata, con le voci di due bimbe, lì fuori che cantano e gridano, la mamma che dice" Dai, su, è ora della merenda"..incurante del caldo umido, del vento torrido, di tutto cio' che invita a non prendere in mano il cioccolato, ebbene! si...la pazzia c'e' stata.

Una vera follia, non ci sono dubbi. Con il cioccolato che, come lava sputata da un vulcano, non riesce a solidificarsi e rimane nero, lucente, denso...liquido....
Ma, come posso resistere al pensiero di non far venire alla luce dei deliziosi cannoli di cioccolato farciti di una suadente mousse al caramello e cardamomo?

Dovete riconoscere che tutti i supplizi affrontati sono, ebbene si!... valsi a qualcosa.
Cosa? Come, cosa?
Vogliamo mettere cosa è stato affondare la forchettina nel cannolo e sentire il crock del taglio ....e il salato della cialda di cioccolato...e il sapore del cardamomo e del caramello?
Divino. Strepitosamente, celestialmente divino.

Ne è valsa la pena, credetemi. Absolument.

Cannoli di cioccolato al sale di Maldon con mousse al caramello e cardamomoPer i cannoli di cioccolato:
320 gr di cioccolato fondente al 70%
4 gr di sale di Maldon
bande di acetato da 4.5 cm d’altezza

Sciogliere il cioccolato e, possibilmente, temperarlo. Sciogliere il sale di Maldon in un cucchiaio di cioccolato e poi aggiungerlo alla parte restante. Tagliare della lunghezza desiderata le bande di acetato in modo da avere dei rettangoli. Stendere il cioccolato con una spatola fino ai ¾ della lunghezza della banda. Far combaciare i due lembi velati dal cioccolato e arrotolare la banda. Chiudere con un pezzetto di adesivo e porre in frigo a solidificare. In inverno, questo passaggio non serve in considerazione della bassa temperatura.

Per la mousse al caramello e cardamomo( estratta da “La cocina dulce” di Paco Torreblanca)

250 gr di zucchero semolato
300 gr di panna fresca liquida
5 tuorli d’uovo (circa 80 gr)
4 fogli di gelatina da 2 gr
350 gr di panna montata fresca
Alcuni grani di cardamomo
Un pizzico di sale di Maldon

Portare fin quasi al bollore la panna liquida. Aggiungere i grani di cardamomo e lasciare in infusione. Preparare il caramello con lo zucchero appena bagnato con un po’ d’acqua. Aggiungere con molta cautela evitando gli schizzi la panna molto calda. Mettere i fogli di gelatina in acqua fredda fino ad ottenere una buona idratazione. Sbattere sommariamente i tuorli, aggiungere il caramello e la panna e portare fino alla temperatura di 82°C. Aggiungere la gelatina e filtrare bene.
Far abbassare la temperatura fino a circa 35°C mescolando ogni tanto con una frusta. Versare la crema nella panna in tre soluzioni. Mescolare con cura dall’alto verso il basso.
Versare la mousse all’interno dei cilindri di cioccolato e riporre in freezer a solidificare.

Quando i cilindri sono ben solidificati, con attenzione rimuovere l’adesivo e la banda in acetato.
Servire decorando a piacere.










I miei consigli
Cercate di lavorare sempre in una stanza molto fresca, naturalmente specie d'estate....
Usate sempre dei sottili guanti in lattice per non "macchiare" il cioccolato oppure per evitare che si sciolga al contatto delle mani calde
Non togliete la banda in acetato prima di versare la mousse per evitare di rovinare il cannolo 

12 commenti:

  1. Ma come si può resistere ad una tale tentazione!!!

    RispondiElimina
  2. Non si puo', Nanny.....Io non cedo cosi facilmente durante una dieta pre-estiva, ma....stavolta! credimi, è stato veramente impossibile.

    RispondiElimina
  3. pinella sei una fata dei dolco!!ma poi oltre a fare dei dolci degni delle migliori pasticcerie d'italia,hai un modo di raccontare la ricetta speciale...si crea un atmosfera perfetta per gustare le tue prelibatezze...tutto cio fa di te la tentatrice numero uno del mondo dei foodblogger!!!un abcio grande,imma

    RispondiElimina
  4. Non ho mai visto una cosa simile, ma sono sicura che impazirei davanti una meraviglia del genere.
    Belissimo racconto

    RispondiElimina
  5. oddio oddio! caramello e cioccolato insieme! ma non è illegale? strano...una cosa così LI-BI-DI-NO-SA non può stare a piede libero così!

    RispondiElimina
  6. Ma che meraviglia.. ma chi se ne frega della prova costume!

    RispondiElimina
  7. che meraviglia i tuoi dolci pin!! ma quando riuscirò a diventare brava almeno la metà di te???
    dovresti organizzare dei corsi....
    complimenti davvero

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Li ho mangiati con gli occhi...devono essere davvero speciali!Complimenti, sei davvero tanto brava e creativa.

    RispondiElimina
  10. Grazie Pinella!!Un'altra magia dolce,chissà se riesco a farli,con le bande di acetato ci litigo sempre!Ciaooo

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina