lunedì 13 aprile 2009

Come stressare un pasticciere creolo ed essere felici


Uno dei motivi che al mattino mi facevano preparare in tutta fretta, oltre alle escursioni mattiniere, al desiderio di vedere cose nuove, alla smania di cercare ancora altre bacche di vaniglia, era certamente dato dall'idea che a colazione ci sarebbe stato il banana bread.
Divino.

Il pasticciere dell'albergo..creolo?...faceva questo deliziosissimo bread tutti i giorni....si, perchè metà almeno me lo mangiavo io. Quindi, con il trascorrere dei giorni ho cominciato a pensare che quella ricetta non poteva non prendere l'aereo di ritorno con me. E da li è iniziata una moltitudine di foglietti e richieste che frettolosamente cercavano di raggiungere la cucina. Sono assolutamente certa che non ne potesse veramente piu'. L'ho preso per stanchezza. Infatti, forse per esprimere la felicità di sapermi in partenza, proprio l'ultimo giorno, con la speranza ridotta al lumicino, mi raggiunge un velocissimo ragazzo con tanto di capello da chef e con un foglietto svolazzante in una mano.


Non potevo certamente essere piu' felice! Ho conservato il foglietto riponendolo tra le cose piu' care (ovvio che ho imparato la ricetta a memoria....nel caso fossero andati persi i bagagli a mano....) e solo cause di forza maggiore mi hanno impedito di fare il dolce lo stesso giorno del rientro.

Ecco quindi per tutti....non si puo' certamente essere felici da soli, non credete?.....la preparazione del :

Seychelles Banana Bread



Ingr:

450 gr di banane molto mature
450 gr di zucchero al velo (icing sugar)
5 uova intere
25 ml di latte condensato (milk maid)
125 gr di yoghurt
450 gr di farina
25 gr di bicarbonato di sodio (baking soda)
250 ml d'olio

Frullare le banane con lo zucchero
Aggiungere lentamente le uova, quindi il latte condensato e lo yoghurt
Setacciare la farina con il bicarbonato
Lentamente aggiungere l'olio (a filo)

Cottura: 200°C
Tempo di cottura: 45 minuti
Mie note:
° Dopo aver frullato la banana con lo zucchero, aggiungere le uova sbattute a mano, continuare con il latte e lo yoghurt e terminare con l'olio. Aggiungere la farina ed il lievito sempre a mano, senza lavorare troppo, come si fa con i muffins.
° Ad una parte dell'impasto ho aggiunto due cucchiai di cacao in polvere.
° Aggiungere all'impasto la scorza grattugiata di un limone oppure, in alternativa, i semi di mezza bacca di vaniglia o, ancora , un mezzo cucchiaino di cannella° Se volete ottenere banane molto mature, passatele un po' in forno
° La temperatura del forno è assolutamente soggettiva. Io ho infornato a 180°C per circa 45 minuti.


L'angolo dei miei consigli


Come utilizzare le bacche di Vaniglia

Prendere una bacca di vaniglia e tagliarla con un coltellino affilato in senso longitudinale in modo da ottenerne due metà . Raschiare la polpa con il coltello e aggiungerla all’impasto. Nel caso di una crema, usare solamente un pezzo di bacca e aggiungere tutto, scorza inclusa, al liquido. Portare la crema a cottura, togliere la bacca, lavarla per togliere la crema e farla asciugare in forno dolce (circa 60°C) per una mezz’ora.

Inoltre:
° Si puo’ riutilizzare ancora piu’ volte se ben conservata in luogo asciutto avvolta in pellicola
° Si puo' conservare in frigo
° Si puo’ usare per profumare lo zucchero al velo e avere del genuino zucchero vanigliato
° Volendo, si puo’ frullare la bacca con lo zucchero ed ottenere una polvere profumatissima da usare nei vostri dolci.

Ops....Una volta provata la vaniglia naturale....non si puo' piu' tornare indietro! Per le mie amiche sarde, si compra della straordinaria vaniglia di Tahiti nel mio negozio preferito....

Rossana, coraggio! Datti da fare con il sito.....

17 commenti:

Antonella ha detto...

Appena ho letto Seychelles ho avuto un tuffo la cuore. Nonostante il mio grande girovagare credo di dover ancora trovare un posto paragonabile a questo splendido ed incontaminato arcipelago.
Perchè non metti qualche foto in più, tanto per farci rosicare un pò? :)

Iole ha detto...

Ciao,
ho scoperto che mi hai linkato nel tuo blog. Mi fa veramente piacere!!!
Ti ho linkato anch'io nel mio e da oggi ti seguirò, ho visto alcune tue ricette... sei bravissima!!!

Erica.M ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
feffe ha detto...

è sempre un piacere leggerti...
sei bravissima!!!

Erica ha detto...

Questo magari non è il post adatto, ma volevo mostrarti una cosa, che ho fatto grazie a te (ho imparato a memoria la tua ricetta della torta di mandorle, e pure la foto, a furia di leggermi quel post...anche se alla fine ho usato la ghiaccia!) e che è piaciuta tanto e ha fatto pure commuovere qualcuno.
Spero si veda la foto.
E io continuerò a seguirti con ansia e trepidazione, tentando di imparare!
Grazie Pinella, sei un mito! ^_^

http://www.ecucinando.it/upload_file/32/ricettario/1/tortamandorle1_1.jpg

Pinella ha detto...

Erica, non ho parole! e' di una tale meraviglia che toglie il fiato. a parte che è 100.000 volte piu' bella della mia....straordinaria!!!

elisabetta ha detto...

Che splendido posto,spero ti abbia rilassato e ricaricato!
Bella la ricetta,anch'io avrei rincorso il pastry-chef per strappargli la ricetta,brava,così si fa!!

Pinella ha detto...

Eli, ci fossi stata tu avremmo potuto ottenere di piu'.....Oppure, avremmo fatto noi i dolci....pizza inclusa....

Stefania ha detto...

Maestra lo sai che il pane è la mia passione ..... dovrò per forza provare questo banana bread che ti ha fatto perdere la testa.

Lo sai che dovrai insegnarmi alcune novità che hai inserito sul tuo blog ? Maestra di dolci e di blog !!!!!

Valeria ha detto...

Il nome del latte condensato mi ha fatto tornare in mente una delle mie foto preferite: Milk Maiden, di David LaChapelle. :-)
Proverò sicuramente questo dolce, ho un'autentica passione per le banane mature!!

quasimamma ha detto...

Ciao! Seguo sempre le tue ricette che trovo spettacolari. Volevo dirti che ho fatto la tua mousse alla banana che ho abbinato alle amarene sciroppate. E' piaciuta a tutti i miei ospiti!

robertopotito ha detto...

il banana bread è veramente ottimo...ed invito tutti coloro che non lo avessero provato di farlo...ne rimarrete sorpresi!!!
grazie cara Pinella::.un bacione!!!

Erica ha detto...

Grazie...ma davvero, è merito tuo! ^_^
Io guardo, e imparo, e ne ho ancora di strada da fare.
Ma credo di aver trovato un'ottima maestra!
Questo banana bread ad esempio...mmm! Segnato, e da fare!! Come altre mille ricette che hai postato e che mi sono diligentemente salvata nei "da fare"...che cominciano a diventare troppi!!!

Francy ha detto...

Ciao, sono una tua lettrice da tempo e da pochissimo sto cercando di realizzare un blog. Mi sono permessa di inserirti tra i miei preferiti!
Ciao
Fra

Agata ha detto...

Il tuo blog è gustosissimo, l'ho messo tra i migliori!!!
Ciao

Francesca ha detto...

mitica, la ricetta del banana bread delle seychelle la provo subito!!!

FrancescaV

steve99xx ha detto...

Complimenti, leggendoti mi hai riacceso la vena pasticcera.
Ho provato diverse tue ricette sempre con esito positivo e gratificante ma...questo proprio non mi è riuscito :-( forse l'ho sottovalutato per la sua apparente semplicità ...il problema è la cottura, l'esterno mi si è scurito troppo pur abbassando la temperatura dopo 15min e coprendo con un foglio di alluminio...pazienza, ci riprovo...complimenti ancora