sabato 28 marzo 2009

Variazioni su un dolce

Oh, si! Devo proprio dire che questa mousse è buona. Proprio buona. Il mio maestro Maurizio Santin, un giorno, a lezione, ci disse che la prima regola in pasticceria è quella di fare dei dolci buoni.
Non belli.
Buoni.
Poi, solo dopo che si è stabilito in maniera certa che per quel dolce potresti anche svenarti, solo allora, puoi cominciare a pensare a renderlo pure bello. Ma neppure tanto, insomma il giusto. Certo, parole santissime. Il concetto del buono è pur vero essere relativo.

C'e' chi si venderebbe casa per rimangiare quel dolce che sua madre imbastiva quando era piccolo.
C'e' chi vaga da anni alla ricerca della ricetta di quel dolce mangiato tanti anni fa in un certo ristorante.

Credo che pero' ci siano certi desserts che si slegano da valutazioni soggettive e spiccano sopra tanti altri.
E, quando mi ci imbatto, è una delle rare volte che ripeto la ricetta. Non per altro. Perchè ho tante di quelle idee e libri e foglietti sparsi e appunti che dovrei reincarnarmi alcune volte prima di riuscire a farle tutte.
In assenza di certezze, faccio quasi sempre dolci diversi e poi....
Per questo no. Inizialmente, ho costruito dei bicchierini con alcune varianti. Poi, ho pensato di colare il cremoso di vaniglia all'interno della mousse al cioccolato. Non per altro. Solo perchè è veramente magico il momento in cui il cucchiaino affonda e...trova un cremoso alla vaniglia !

Per cui, alla fine basta veramente un nulla di decorazione.
Ma che Santin abbia ragione?

Semisfera di mousse al cioccolato con interno cremoso alla vaniglia
Tecnica di lavorazione:
Colare il cremoso alla vaniglia in piccoli stampini a semisfera. riporli in congelatore. Riempire fino a metà altezza degli stampi a semisfera piu' grandi con la mousse al cioccolato. Far rassodare in freezer per 5 minuti e poi adagiare la semisfera di vaniglia con la base piatta verso l'alto. Riempire con la mousse restante e far congelare.
Estrarre la semisfera dallo stampo e ancora congelata lucidare con un velo di glassa neutra a freddo. Spolverizzare con cacao in polvere e guarnire con una goccina di cioccolato e alcuni fili di caramello.
Volendo deporre la semisfera su un disco di pan di spagna o biscuit al cioccolato. Non male neppure adagiare il dolce su un biscotto di frolla aromatizzata alla vaniglia e resa leggermente salata con alcuni granelli di sale di Maldon.

25 commenti:

  1. Stupendi..come al solito.

    Bravissima

    RispondiElimina
  2. Concordo anch'io sul concetto che i dolci debbano essere sopratutto buoni,ma tu sei l'eccezione!!

    RispondiElimina
  3. Ma i tuoi dolci son sempre bellissimi!
    Tu gli gli dai oltre alla bontà anche la bellezza.
    Ma dove trovi quei piattini carinissimi?
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Come sempre, anche i piattini sono un regalo di Elisabetta Cuomo!!!

    RispondiElimina
  5. i tuoi dolci sono buonissimi ma quanto a bellezza nn c'è paragone...dei veri capolavori!!baci imma

    RispondiElimina
  6. Quanto sei brava...complementi!!!

    RispondiElimina
  7. hai ragione, il momento in cui il cucchiaino scopre il cremoso in questa mousse dev'essere spettacolare, mi hai fatto venire voglia di provare! Mitica la Elisabetta Cuomo :-)

    FrancescaV

    RispondiElimina
  8. geniale!!!la mia pasticcera preferita! mi dai sempre delle idee stupende!

    RispondiElimina
  9. Decisamente interessanti da iserie nella cart dei dolci.
    Credo che vada bene per la pasqua.
    Ti farò sapere....ecco il link del ristorante http://www.ristoranteden.it/

    RispondiElimina
  10. Un piccolo apprezzamento per le meravigliose cose che fai... C'è un premio da me per te su "Fragola & Limone" :)

    RispondiElimina
  11. Pinella, complimenti sono .....da svenire. Mi credi che al solo pensiero di gustarli mi sto sciogliendo come il cuore di vaniglia all'interno? BRAVISSIMA.
    li devo provare, ma dove trovi la Glassa neutra? c'è un sito che la vende on line. Grazie e ancora complimenti. Anna

    RispondiElimina
  12. Ciao Pinella,
    sono stupendi!!! Per glassa neutra a freddo cosa intendi? Come si fa?
    Grazie.
    Un saluto.

    Marco

    RispondiElimina
  13. ciao Pinella hai davvero delle ricette fantastiche, passa da me ho un pensiero per te

    RispondiElimina
  14. Scusate il ritardo ma sono in vacanza. Oggi si fanno le valigie e si riparte. non mi sono comprata nulla tranne un po' di vaniglia....rispondero' a tutti martedi e...in piu' un dolce buonissimo che mi ricordera' tanto questi giorni. l'ho estorto al pastry chef dell'albergo ma senza neppure insistere piu' di tanto. Un semplicissimo banana bread ma buono da svenire!!!!!
    A presto e baci!

    RispondiElimina
  15. Grazie Pinella delle tue meraviglie! Gioia per gli occhi e per il palato!
    Un quesito, anzi tre sui tuoi bicchierini,se posso: 1-con che strumento riempi i bicchierini? 2-come riesci ad essere così precisa sulla quantita' messa per ogni gusto? e ultima domandina: che capienza hanno questi bicchierini? GRAZIE infinite di tutto. baci Lucia (tua da sempre fan... da cucinait anni e anni fa...)

    RispondiElimina
  16. carissima pinella...complimentoni per il tuo blog... è una meraviglia...sul mio blog ti aspettano due premi bellissimi che te li meriti interamente...un bacione grosso

    RispondiElimina
  17. Ogni volta che leggo qualche tuo post, dico: "che donna straordinaria" e rimango così --> O_O!!

    Complimentissimi *___*!

    RispondiElimina
  18. Allora! Eccomi...

    1) La glassa neutra a freddo è una sorta di gelatina morbida che si acquista nei negozi specializzati. Non si deve scaldare e si applica sui dolci con una spatola per renderli lucidi.

    2) riempio i bicchieri con un aggeggio che si chiama crispino. E' una sorta di imbuto con una levetta che consente di far scivolare la crema sul fondo senza sporcare le pareti. Per la quantità mi regolo ad occhio. Metto i bicchierini in fila e....guardo!

    3) non ho misurato esattamente la capacità dei bicchierini. Ma sono circa tre cucchiai colmi.


    4) GRAZIE!!! per i premi....

    RispondiElimina
  19. Il nostro pastry fa cose stupende ma...ho letto solo una minima parte delle tue ricette e ho già l'acquolina in bocca!

    Un abbraccio dall'Allamanda

    RispondiElimina
  20. TESORO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Che bello leggerti...Come state?
    Domani faro' il banana bread seychelliano...speriamo sia bello e buono come quello Allamanda style....Bacioni a tutti

    RispondiElimina
  21. (^_^) ciao Pinella ,un saluto per augurarti buona Pasqua ♥♥♥

    RispondiElimina
  22. Complimenti I tuoi dolci sono sempre belli e buonissimi, e le ricette molto chiare. Non ho mai mangiato i macarrons ma mi avete fatto venire voglia, ho fatto alcuni ma non so se sono venuti bene, per favore potresti dirmi dettagliattamente come devono venire? all'interno c'e uno spazio vuoto? la parte superiore è croccante ,ma sotto sono ancora umidi o no? alcuni sono piu asciutti sotto , altri un po morbidi, come devono essere di preciso? scusa tante domande, ti ringrazio tanto per la gentilezza.Silvia

    RispondiElimina
  23. Ciao Pinella!

    Un saluto e Buona Pasqua!

    Barbara

    RispondiElimina