domenica 8 marzo 2009

Forse arriva....

L'inverno, quest'anno, è stato come un vecchio che si è addormentato di fronte al camino acceso. Ha poggiato il bastone di lato e si è dimenticato di svegliarsi. E dietro la porta siamo restati tutti li, ad aspettare. Giorno dopo giorno . E oggi ..eccolo! ha cominciato ad allungare una gamba, ad emettere uno sbadiglio lungo e profondo, come quando la domenica non si mette la sveglia e gli occhi si aprono stanchi per il lungo sonno.

Oggi fuori c'e' il sole. Caldo. Abbagliante. E fa intuire che presto dimenticheremo quello che è stato. O meglio, proveremo a dimenticare quello che è stato.

Forse arriva la primavera tanto attesa e sognata.

Io le offro due torte. Nella speranza di riuscire a conquistarla e farla restare. A lungo, a lungo.


Una torta mimosa. Pan di spagna, crema pasticciera al limone e panna montata. Che ricordi le mimose, che ricordi il tempo nuovo che attendiamo con trepidazione.


Una torta.....una torta senza nome. Inventata sul momento . Avevo voglia di crema al limone, di panna e di amarene. Sono scesa in giardino e ho colto dei limoni pieni di vita. Da loro, è nata la torta. Dalla candela si puo' vedere che un amico è stato giustamente festeggiato. C'erano risate, sorrisi e gioia.
Primavera, non scappare...

14 commenti:

  1. Brava, come sempre, soprattutto per quella inventata... e speriamo che il bel tempo arrivi!

    RispondiElimina
  2. bisogna farsi accompagnare anche dall'istinto ed è un risultato niente male , complimenti

    RispondiElimina
  3. Fantastiche le tue introduzioni,frasi dolci e poetiche che diventano un tutt'uno conle tue creazioni!

    RispondiElimina
  4. Buone entrambe ma cmplimenti per quella improvvisata, chissà perchè quando improvvisi tu vengono fuori dei capolavori...invidia...:(
    Buon lunedi:D

    RispondiElimina
  5. belle creazioni...brava! Pure io aspetto la primavera, ma questo inverno con tutta questa neve me lo sono goduto a 360°...slittate notturne, ciaspolate, sciate...viva la neve!

    RispondiElimina
  6. Son splendide entrambe..quella inventata attira tanto anche me...e che bel post quello sotto dedicato alla mamma!
    ciao

    RispondiElimina
  7. ciao, ho messo un link del tuo blog nel mio, ma mi sono dimenticato di chiederti il permesso, se non ti disturba vorrei lasciarlo.

    RispondiElimina
  8. Io, se fossi la primavera, con due torte così ...col cavolo che scapperei !!!!

    RispondiElimina
  9. Joe, grazie! Ne sono veramente onorata......


    Grazie a tutti per i commenti. Mettero' la preparazione al piu' presto...

    Stef: vedi di arrivare efebica la prossima volta. Non sai cio' che ti aspetta!

    RispondiElimina
  10. Bellissime queste due torte!!
    Quella di tua creazione è originalissima,c'è lo streusel sopra?Mi intriga moltissimo,ciaooo

    RispondiElimina
  11. Complimenti, anche se farti i complimenti è poco perchè fai cose meravigliose.

    Ti chiedo un consiglio, sabato sera per una cena porto della frutta, pensavo di servirla con una fonduta di cioccolato e della crema, ma non la crema pasticciera, come posso farla???

    Grazie.

    Anna

    RispondiElimina
  12. Eli, si . Hai visto proprio bene. Poi scrivo tutto!

    Anna: Perchè non servire delle pirofiline di frutta cotta in forno con la crema e spolverata con lo streuse sopra???

    Ti ho cambiato il dessert, lo so.

    RispondiElimina
  13. Vero vero, Pinella. Quest'inverno è stato duro. Ho saputo una notizia di quelle da digerire proprio all'inizio dell'invero, e forse ora ne sto uscendo... Che fatica, Pin. Ma arriverà la primavera. E' sempre arrivata.

    RispondiElimina
  14. Ciao Pinella ti ho lasciato un premio se vorrai ritirarlo ne sarò felicissima, le tue ricette e le tue parole fanno sognare.

    RispondiElimina