mercoledì 18 febbraio 2009

Seconda!!!!!!!!!!!!!!!!!

Non posso neppure lontanamente immaginare l' estensione di felicità che mi avrebbe travolta , fossi arrivata prima. In considerazione della gioia travolgente che ho provato, ieri notte, al leggere che Big Magic Santin mi ha eletta "seconda".
Seconda, seconda, seconda. Ma fossi arrivata pure terza sarebbe stato uguale.
Una notizia arrivata cosi all'improvviso, in una giornata particolare. Inaspettata per davvero. E , per questo, ancora piu' deliziosa da assorbire. Dentro di me ero convinta di aver "toppato" completamente, anche se quel dolce mi piaceva, l'avevo costruito con pazienza, gustato con severità e poi, infine, amato.

Wow.

Me lo merito io un dessert, stasera. E mi sembrerebbe indelicato non proporne uno del mio chef preferito. Claro que si.
E allora! Il suo Tirami su destrutturato ci sta d'incanto....una delle mie canzoni preferite come sottofondo e...

Cosa si vuole di piu' dalla vita?
Tirami su destrutturato
( di Maurizio Santin)

Crema al Mascarpone
300 g. di mascarpone
200 g. di zucchero
3 tuorli
3 albumi
1 cucchiaio di rum
Nota: Ho apportato delle variazioni sulla lavorazione rispetto alla ricetta originale.
Cuocere 100 gr di zucchero appena inumidito con due cucchiai d'acqua a 120-121 °C e unire lo sciroppo bollente a filo sui tuorli fino ad ottenere una massa gonfia e spumosa. Allo stesso modo, cuocere i restanti 100 gr e versarli a filo sugli albumi lavorando fino a che la meringa risulta tiepida ma soda e compatta. Aggiungere il rum ai tuorli, unire il mascarpone prima lavorato a crema e amalgamare bene. Infine, unire gli albumi a neve facendo attenzione a non smontare il composto.
Salsa al caffè
200 gr di caramello
6 tazzine di caffé
Cuocere lo zucchero e portarlo ad un colore biondo. Decuocere con il caffè.

Crema di cioccolato
250 gr di panna liquida fresca
250 gr di latte
5 tuorli
50 gr di zucchero
180 gr di cioccolato al 70%
Far bollire la panna con il latte. Mescolare i tuorli con lo zucchero e unire il latte e la panna. Cuocere come una crema inglese fino a 82°C, passare al setaccio per renderla liscia e vellutata .Versare sul cioccolato tritato in piu' riprese.
Preparazione
Versare la crema di cioccolato in coppe Martini e porre in frigo per 6 ore. Mettere al centro un pezzetto di savoiardo imbevuto di salsa al caffé e ricoprire con la crema al mascarpone sprizzata con un beccuccio liscio a formare piccole semisfere. Tenere in frigo per altre 6 ore. Completare con una spolverata di cacao amaro in polvere e servire a temperatura ambiente in modo che il cioccolato rimanga morbido.


"e mi sento come chi sa piangere ancora alla mia età
e ringrazio sempre chi sa piangere di notte alla mia età
e vita mia che mi hai dato tanto amore , gioia , dolore tutto
ma grazie a chi sa sempre perdonare sulla porta alla mia età"

37 commenti:

  1. Complimenti! ... e io sono la PRIMA a farteli (e anche queste sono soddisfazioni!)

    RispondiElimina
  2. viva la regina dei dolci!!!da adesso in poi ti dobbiamo dare del Lei?Brava!

    RispondiElimina
  3. Complimenti...è strameritato...anche il tirami su!!avanzato un pò per me??? ;-)

    RispondiElimina
  4. Wow che meraviglia! Complimenti per il secondo posto, complimenti per la preparazione e soprattutto complimenti per la tua insuperabile bravura.
    Lory

    RispondiElimina
  5. Ale ohoh ale ohoh la mia maestra ha vinto il secondo posto EVVIVAAAAA !!!!!!!
    E io festeggio con un tortino al cioccolato....questo c'era questa sera a cena.
    BRAVA MAESTRA !!!!!

    RispondiElimina
  6. Bravissima Pinella!
    Sono felicissima per te

    RispondiElimina
  7. Seguo il tuo blog da un p'ò di tempo insieme ad altri blog, e ti giuro è la prima volta che provo tutta la tua gioia, o meglio gran parte di essa, sono veramente felice ed entusista di leggere chi riesce a farmi sentire sul podio insieme a Lei.
    Complimenti e tanta ammirazione.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Arfios....che dirti? che dirti?

    RispondiElimina
  10. Congratulazioni!! :-)
    E adesso, Pin...adesso che succede? ;-)

    RispondiElimina
  11. Brava Pin,l'avevo letto anch'io,poi mi è saltato il collegamento e mi sembrava tardi per mandarti un messaggio.
    Allora festeggiamo con dei bicchierini nuovi??

    RispondiElimina
  12. E come no? C'e' sempre un motivo per festeggiare......Bicchierini nuvi in arrivo!!!!!!!!!!!!!

    Che succede ora? Ma nulla....non ho vinto niente.Saro' normale?

    RispondiElimina
  13. Complimenti! Capisco la tua soddisfazione...
    Bravissima... e brava anche per questo bicchierino strepitoso. Anche io adoro Santin!
    Saluti
    Elisa

    RispondiElimina
  14. Mamma mia che bello!
    E sicuramente anche che buono...
    complimenti!

    RispondiElimina
  15. complimenti Pinella...veramente di cuore!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Pinella,
    innanzitutto ti volevo dire che ho seguito i tuoi consigli (sempre preziosi!) per l'acquisto di libri: ho preso il libro di Santin e il primo di Torreblanca. Entrambi fantastici!!
    Questo tiramisù è veramente eccezionale!
    A proposito di biscotto alle mandorle (o biscotto per Operà) ti vorrei chiedere se l'impasto che si ottiene deve crescere in forno o rimane più o meno uguale. A me infatti sembra che è rimasto quasi uguale. Quanto tempo si deve cuocere?
    Grazie.
    Marco

    RispondiElimina
  17. E te lo meriti tutto!!
    Complimenti Pinella,avresti meritato anche il primo posto!

    RispondiElimina
  18. ogni volta che passo dal tuo blog rimango incantata e stregata dalle tue preparazioni....e poi tanti complimenti per il secondo posto !!!!!brava lo meriti veramente:-)baci imma

    RispondiElimina
  19. Pinella sei straordinaria come sempre.

    RispondiElimina
  20. Cara Pinella,
    complimentissimiiii!!!
    Vorrei sapere però dove hai visto la classifica in quanto anch'io ho partecipato al concorso di santin dove si vincevano ben cinque giorni con lui , ma non ho mai trovato le altre ricette o una sorta di classifica visto che il suo blog è fermo a "domande e risposte".
    Grazie.

    RispondiElimina
  21. Marco...il biscotto non cresce piu' di tanto. e' pronto quando lo senti sodo ed elastico al tatto.

    Titti...Santin l'ha scritto su Face book...
    Elisabetta: bacioni!

    RispondiElimina
  22. complimenti.....!!!! ho avuto modo di conoscere Maurizio Santin e Lui è un grande... come te del resto!!
    Approfitto di queste poche righe per dirti che tiseguo sempre, silenziosamente, ma sei fonte di ottime ricette e poi l'aria di serenità che si respira qui da te è speciale! una piccola domanda tecnica, se vorrai rispondermi: a pag. 172 del libro "Tiramisù e chantilly" come si fanno i fogli sottili di gianduia? Grazie in anticipo e ...Hip Hip Hurrà
    Con affetto Sabrina

    RispondiElimina
  23. E...vai ...sono molto contenta per te .....perchè?..perchè te lo meriti!!!

    RispondiElimina
  24. Bellissimo!
    Non sai quanto mi dà gioia il tuo secondo posto meritatissimo
    Partecipo anch'io ai festeggiamenti!
    Bravissima!
    WW Pinella!!!!!!!

    RispondiElimina
  25. Grazie Pinella, quindi la differenza sostanziale tra il pan di spagna e il bisquit è che il primo cresce direi quasi il doppio, mentre il secondo rimane quasi invariato ed è abbastanza elastico. Ho visto però che alcuni bisquit prevedono il lievito chimico: in quel caso devono crescere?
    Scusa le troppe domande, ma quando vedo il tuo sito rimango veramente estasiato e mi viene voglia di provare le tue creazioni e, a quel punto, i dubbi mi assalgono!
    Grazie ancora.
    Un saluto.
    Marco

    RispondiElimina
  26. comincio con il compilmentarmi..poi volevo chiederti un parere, una spiegazione, insomma un consiglio, ho fatto una torta costituita da un bisquit,uno strato di cereali che ho glassato con cioccolato per mantenerli croccanti,una muosse al caffè, un inserto costituito da un altro disco di bisquit, mousse al caffè e infine mousse al cioccolato..volevo ricoprire tutto con una glassa a specchio e volevo sapere se la tua si mantiene sempre morbida(quella con 80 g zucchero semolato, 30 g di cacao amaro, 50 g di panna....)anche dopo essere stata messa in frigo..non si indurisce e diventa opaca???grazie in anticipo..per ora la torta riposa in freezer..la glasserò domani pomeriggio sul tardi e ti farò sapere..bacio

    RispondiElimina
  27. Ciao, finalmente ti ho trovata, più volte nominata in molti blog per i tuoi dolci, non ero però mai riuscita a trovare il tuo link, ma adesso siiii e per essere sicura di non perderti di vista mi sono messa fra le tue "seguaci". A presto

    RispondiElimina
  28. Ciao Pinella, è da tempo che ti seguo in quasi totale incognito, sempre fantastica nelle ricette, complimenti! Vorrei chiederti come si fa a lavorare a crema il mascarpone è questione di temperature miscelazione conm altri ingrdienti o... meglio che taccia altrimenti ti si alzano i capelli per l'eresie che sto dicendo. :)
    Grazie e complimenti ancora!
    A presto,

    Roberto

    RispondiElimina
  29. Forse arrivo tardi per rispondere, ma...

    Ogni volta che c'e' del lievito e farina il biscotto aumenta di volume..

    Il mascarpone a crema: molto semplcemente lo lavoro prima con un cucchiaio poi un minuto con le fruste.

    Per la glassa: la mia non diventa dura. Contiene panna e gelatina per cui rimane abbastanza elastica al tatto.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  30. Ops! i fogli di cioccolato. Non li ho mai fatti cosi a rettangolo ma credo si debba spalmare del cioccolato temperato sui fogli di acetato. si lascia pochissimo grddare poi si incidono con una lama affilata i lati del rettangolo. Si sovrappone un altro foglio e si mette un peso sopra. Quindi, si stacca il foglio e si estrae la forma incidendo bene i lati.
    Prima o poi li faro'....

    RispondiElimina
  31. Non è mai tardi per sperimentare ;)
    Grazie mille e buon week-end!

    Roberto

    RispondiElimina
  32. Sei propro la mia fatina preferita!

    COMPLIMENTI!!!!
    e io continuo a copiare le tue ricette!

    RispondiElimina
  33. ma che brava!chissà la gioia!!però insomma, ti leggo da tanto, tu sei semplicemente bravissima!..te la meriti proprio!!:Dqunado l prepari per tutte?:DDD



    www.alcibocommestibile.blogspot.com

    RispondiElimina
  34. sono felice per te, deve essere una soddisfazione immensa!! compliemnti!
    senti, già che lo hai nominato, mi è venuta in mente una cosa: non è forse lui che ha aperto un ristorante a roma? ci andrò tra un paio di settimane (a roma) e se davvero ricordo bene vorrei provare il suo ristorante. mi potresti dare qualche indicazione? grazie!

    RispondiElimina
  35. Moscerino, il ristorante si chiama "IL Cuoco nero".Mi pare sia chiuso la domenica. Per altre cose vai su "Golosamente" il blog di Maurizio. Ci troverai tutte le indicazioni.Baci

    RispondiElimina