mercoledì 27 agosto 2008

Una noce per un'amica

Non è che molto spesso occorra fare un dolce mirabolante per un'amica, un amico. Ogni tanto puo' saltare fuori una cosa piccola come una noce, magari non tanto piccola da non racchiudere all'interno una semplice crema pasticciera alla vaniglia di Tahiti, presa al volo a Parigi da Detou proprio nell'attimo in cui stavo per andar via e se non voltavo lo sguardo non la vedevo e non la prendevo e forse non sarebbero nate le noci.

Ma e' serendipity questa cosa?

E' tutta una casualità fare un dolcino minuto in un giorno invaso dal segno dell'amicizia, in un giorno cosi intenso, cosi particolare, in grado di riscattare un intero anno di ..incertezza?

Basta una noce ripiena di crema?

Credo di si. Basta darla ad un amico. Ad un'amica. O comunque ad una persona.


Ci si puo' magari sedere intorno ad un tavolo, con calma e avvolgere ognuna con della carta velina bianca, chiudere il tesoro con un nastrino di seta che possa essere allentato piano .


Santo cielo, che ritardo! Ma ora eccomi qui...Se volete sapere tutto ma proprio tutto su questi buonissimi bonbons, andate a leggere qui.
In effetti serve una cialdiera elettrica, ma a mio parere si puo' ottenere un bel risultato anche stendendo la pasta, ritagliando dei dischi e facendoli aderire alla parte convessa di uno stampo a semisfere.
In ogni caso ecco la ricetta :

Noci ripiene

225 gr di farina
125 gr di burro
50 gr di zucchero
un uovo grande
una punta di cucchiaino di lievito per dolci
scorza di limone (opzionale)

Impastare gli ingredienti come per una frolla. Far freddare l'impasto in frigo per circa 30 minuti, poi fare dei rotolini da cui ricavare delle palline di 6-7 gr ciascuna. Devono essere tutte uguali altrimenti non combaciano bene al momento della farcitura. Cuocere nella cialdiera per circa 2 minuti oppure, in alternativa, in forno fino a doratura.
Farcirle con una crema pasticciera al limone oppure a vostro gusto. Velare con zucchero al velo.

17 commenti:

  1. belle el parole che hai s critto le tue noce devono essere buonissimi con quella cremina dentro. e poi l`idea della carta velina e il fiochetto molto elegante e semplice nello stsso tempo ne accetto 1 ciaoooooo

    RispondiElimina
  2. Quanta poesia in questo piccolo dolce!
    Glò

    RispondiElimina
  3. Buonooo questo dolcino.La confezione con nastrino si seta...è stupenda...mi sa che ti ruba anche questa...per l'ennesima volta!!ihih

    RispondiElimina
  4. idea spettacolare brava!!!!!!!!!!!!!!!!! a presto Pippi

    RispondiElimina
  5. sì sono spettacolari ......... ma come le hai fatte ste nocine? hai usato il guscio come stampo esterno ? svelaci il tuo segreto. un saluto affettuoso
    Enrichetta

    RispondiElimina
  6. Tutti i segreti, per cosi dire, saranno svelati....

    RispondiElimina
  7. Tu si che sai far le coccole!!

    RispondiElimina
  8. Che idea meravigliosa!!!quasi quasi...mi sai dire dove hai fatto l'acquisto?
    un bacio
    ps: come vorrei abitare vicino a te...proprio alla porta accanto, così da suonare il tuo campanello ogni volta che vedo queste meraviglie o che sento i profumi...oh fatina, sarei la tua cavia perfetta...

    RispondiElimina
  9. Noooooooo, non dirmi che sei riuscita a trovare lo stampo, sono mesi che lo sto cercando.....
    Mi dici dove lo posso trovare????
    Bellissima anche l'idea della confezione. Brava, brava!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ho comprato la cialdiera apposita per fare i gusci.Ma si puo' anche ovviare facendo dei dischi di frolla e ricoprendo la esterna convessa di uno stampo a semisfere. Prometto di dirvi tutto , ma non prima di domenica pomeriggio.Sono di frettissima! Un bacio e un grazie a tutte!

    RispondiElimina
  11. Devono essere buonissime!
    Non ho la cialdiera ma ci faccio un pensierino...
    Carinissime incartate come bombon.

    RispondiElimina
  12. Carine davvero e indice di un animo gentile, complimenti!

    RispondiElimina
  13. Più di una volta ho assaggiato i tuoi dolci, e non c'è dubbio sei proprio in gamba. Non solo li sai fare proprio bene, ma hai anche tanta fantasia nel comporli e nel presentarli.
    Ora aggiungo anche un altra cosa: stai diventando proprio bravina anche nel FOTOGRAFARLI.....brava e un brava anche alla Lu !!!!

    RispondiElimina
  14. E' la mia nuova Canon, baby! Fa tutto da sola: io accendo, prendo l'inquadratura, clicco e.....

    RispondiElimina
  15. Ciao Pinella, sono Patrizia. Ho preparato le noci con la cialdiera usando la tua ricetta. Ho preparato la frolla un paio di giorni prima e l'ho tenuta in frigorifero. Ho preparato le palline e poi ho iniziato la cottura. La mia cialdiera non ha il termostato regolabile, ho rispettato il tempo che hai indicato, ma le noci hanno rilasciato molto burro. Tanto da dover pulire le piastre perchè piene di unto negli interstizi. Mi sai spiegare come mai? Parecchie noci non le posso utilizzare in quanto non complete, anche se ho pesato le palline ad una ad una.
    Ti ringrazio anticipatamente e ti faccio una miriade di complimenti per i tuoi dolci,per la passione con cui li prepari, ne parli e li fotografi.
    Ciao

    RispondiElimina
  16. ciao pinella vorrei tanto avere informazioni su come e dove trovare la cialdiera per noci visto che non ci riesco.
    grazie cmq sei bravissima

    RispondiElimina
  17. Carissima, a me l'ha procurata un'amica da un sito tedesco....ma non ricordo quale fosse. Prova a digitare "Cialdiera per noci" su www.coquinaria.it. Ci fu un topic proprio sull'argomento.

    RispondiElimina