domenica 3 febbraio 2008

La torta del professore

Devo dire che questa torta mi è proprio piaciuta. L'ho preparata con calma, senza avere troppa fretta. La composizione è quella della Torta Annalisa.

Pan di spagna
Crema leggera al limone
Bagna al liquore Strega

La variazione sta nella decorazione. Ho utilizzato la magica pasta di zucchero della nostra Rossanina

Pasta di zucchero di Rossanina


Ammollare 5 gr di colla di pesce in 30 ml d’acqua. Quindi a fuoco debolissimo farla sciogliere con grande attenzione, aggiungere 50 gr di glucosio e un goccio di vaniglia. Far sciogliere fino ad avere un composto liquido come l’acqua, ma senza far bollire! Setacciare 450 gr di zucchero al velo, metterlo dentro la ciotola del robot e aggiungere il liquido ottenuto. Far girare finchè si ottiene una palla. Se si vede che l’impasto è duro aggiungere l’acqua a cucchiaini fino ad ottenere una pasta morbida e malleabile. Stenderla su un piano infarinato con amido di mais. Fare attenzione che la superficie del tavolo ed il matterello siano sempre puliti da ogni residuo che puo’ rovinare la levigatezza della vostra pasta.
Stendere la pasta di zucchero sopra la torta e levigarne i bordi con il palmo delle mani. Rifilatela e fate un cordoncino intorno.

Al posto del cordoncino, io ho fatto tante piccole sfere che ho fatto aderire al bordo con un po' di glassa reale.

Glassa reale

un albume
zucchero a velo

Setacciare 2 volte lo zucchero al velo. Cominciare a fare la glassa prendendo un cucchiaio di albume e lavorarlo con un cucchiaio di zucchero. Aggiungete zucchero e albume fino ad avere una glassa molto sostenuta.

La stessa glassa l'ho utilizzata per fare i decori. Con un cornetto di carta, dovete disegnare dei motivi ornamentali a piacere. In questo caso, io ho usato quelli della tradizione sarda.

1 commento:

antonella ha detto...

Io veramente sono senza parole....Pinella sei formidabile!Mi vien voglia di andare adesso a "dolciare".......