martedì 19 febbraio 2008

Crostata al limone


Un dolce a cui è difficile resistere è una crostata. A cui è impossibile resistere è una crostata al limone. A cui è assolutamente impensabile resistere è una crostata al limone di Adriano.
Fate un altro dolce se avete intenzione di conteggiare le calorie oppure se l'alito dell'imminente estate vi sfiora troppo il collo. Ma sappiate che perderete un treno....

Crostata alla crema di limone

(da A.Continisio)

Ho usato una frolla che mi fa letteralmente uscire di testa. Una frolla fine, con zucchero al velo. Da farci tante cose oppure mangiarla anche cosi, nuda e ...cotta.


Pasta frolla fine:(Etoile)

1 kg di farina 00

600 g di burro

400 gr di zucchero a velo

160 gr di tuorli

vaniglia

scorza di limone
Impastare il burro con lo zucchero a velo, la vaniglia, la scorza del limone e un pizzico di sale. Quindi aggiungere i tuorli e infine la farina. Lavorare poco, fare un panetto e mettere nel frigo a riposare per almeno mezz'ora. Rivestire uno stampo da crostata e farlo cuocere in bianco sino a completa doratura. Cuocere in bianco significa rivestire di frolla uno stampo, rivestire con la carta forno e coprire con fagioli o pesetti in alluminio.Meglio i fagioli...


Crema al limone

180 gr di uova intere

125 gr di zucchero

100 gr di panna fresca

50 gr di succo di limone

Scorza grattugiata di limone

Un pizzico di sale
Sbattere, senza montare, le uova con lo zucchero prima reso in polvere con le scorza di un bel limone. Aggiungete il succo filtrato del limone, il sale ed in ultimo la panna. Versare nel guscio di frolla, sbattere per togliere le bolle ed infornare per non meno di 30 minuti. La crema è pronta quando non scorre piu’ ma rimane comunque morbida.

NOTA: L'assoluta delizia al potere....Merci, Adriano. A buon rendere.

7 commenti:

Moscerino ha detto...

questa crema devo provarla, anche se poi mi toccherà mangiare tutta la crostata, perchè soltanto io in casa adoro le cose limonose!

sde ha detto...

In questo momento ne prenderei volentieri una fetta, con le sue calorie affronterei meglio lo zompettare con le stampelle!!!
Visto che in questo momento non riesco a farmela, cosa dici se ti mando l'SDA ???

Claudia ha detto...

che buona che deve essere...da rifare e gustare nelle sere di primavera...

Adriano ha detto...

Buona, vero? La crema va cotta a 120°:-)

bluerosa ha detto...

Ciao Pinella,
la frolla in bianco va cotta a quale temperatura? forno statico? e poi una volta messa la crema, di nuovo, a che temperatura? scusa per queste domande terra terra ma dei tuoi bellissimi dolci questo vorrei proprio provare a farlo e senza queste informazioni potrei fare dei grandi guai :-)

Pinella ha detto...

Ogni forno fa storia a te.Io cuocio le basi a 175°c in forno ventilato (senza fuoco sopra-sotto, solo ventola).Fai questa prova. Metti un pezzetto di frolla in forno a 180°C e vedi in quanto tewmpo diventa dorata. Ci vogliono in genere 10-15 minuti per un biscotto. Da li ti regoli aumentando o diminuendo la temperatura.Fino a standardizzare il tuo forno.

Adriano usa 120°C per la crema.

Francesca ha detto...

ho in programma di testare la crostata di Adriano da quando l'ho vista, e da quando l'ho vista la penso con le arance, al posto dei limoni. Spero di avere finalmente il tempo e la testa per prepararla, poi ti dirò.

Francesca